Fiat 500L Beats Edition: musica a 520 Watt

Deriva da 500L Trekking la versione speciale Beats Edition. Al raffinato impianto audio e alla finitura bicolore si accompagnano elementi distintivi tipici della crossover torinese quali il sistema Traction+, i pneumatici M+S, il look off road e l’assetto rialzato

10 febbraio 2014 - 23:02

Tiene il tempo! È Fiat 500L Beats Edition, edizione speciale della compatta monovolume torinese basata su 500L Trekking e dotata di un impianto audio particolarmente raffinato, sviluppato in collaborazione con gli artisti e produttori musicali Dr. Dre e Jimmy Iovine.

Esternamente spiccano la livrea bicolore grigio/nero arricchita da inserti rossi e particolari satinati. Look noir confermato in abitacolo, dove l’ambiente “total black” è caratterizzato da rivestimenti in tessuto e pelle con cuciture rosse. L’impianto stereo vanta una potenza complessiva di 520 Watt suddivisi tra due mid-woofer da 80 Watt l’uno – collocati nella parte bassa dei pannelli porta anteriori –, due tweeter da 40 Watt – disposti nella parte alta dei pannelli porta anteriori –, e due altoparlanti full-range da 60 Watt lungo le portiere posteriori, cui si aggiunge un subwoofer da 160 Watt all’interno del bagaglio, in sostituzione della ruota di scorta. Il tutto completato da un amplificatore a 8 canali che integra un algoritmo di equalizzazione in grado di ricreare un vasto spettro sonoro. 500L Beats Edition è disponibile sia con due motori benzina (1.4 T-Jet da 120 cv e 0.9 TwinAir Turbo da 105 cv) sia con il turbodiesel 1.6 Multijet II negli step da 105 e 120 cv. Derivando dalla versione Trekking, conserva elementi distintivi di quest’ultima quali l’assetto rialzato, le protezioni sottoscocca, il look off road e il controllo della trazione evoluto Traction+.

Oltre alla versione Beats Edition, 500 L MY14, così come le “sorelle” 500L Trekking e 500L Living, beneficia dei rinnovati 1.6 Multijet II e 1.4 T-Jet da 120 cv. Nel primo caso si tratta di un 4 cilindri in linea common rail di 1.598 cc forte di 8 iniezioni di carburante per ciclo, sovralimentato mediante turbocompressore a geometria variabile Honeywell, omologato Euro 6 e capace di 120 cv a 3.750 giri/min e 32,6 kgm a 1.750 giri. Consente a 500L di raggiungere, in abbinamento a un cambio manuale a 6 rapporti, una velocità massima di 189 km/h scattando da 0 a 100 km/h in 10,7” e percorrendo mediamente 21,7 km/l. Notevole l’intervallo tra i tagliandi: ben 35.000 km. Il secondo propulsore è anch’esso un 4 cilindri in linea Euro 6, ma di 1.368 cc con alimentazione a benzina e sovralimentazione turbo. Sprigiona 120 cv a 5.000 giri/min e 21,9 kgm sin da 2.500 giri, cui conseguono una velocità massima di 189 km/h, uno scatto da 0 a 100 km/h in 10,2” e un consumo medio di 6,9 l/100 km (14,5 km/l).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Volkswagen Golf 1974 grigia

Youngtimer – Volkswagen Golf, storia delle prime 7. In attesa dell’ottava

Volvo XC40 milano

Volvo XC40, i motivi di un successo. Test [VIDEO]

Peugeot 3008 GT Hybrid4, la variante ibrida plug-in si aggiunge alla gamma