Ford GT: ora è senza veli

La supercar americana si spoglia di ogni riserbo rivelando (finalmente) i propri segreti. Il V6 3.5 EcoBoost eroga 656 cv, il peso si attesta a 1.360 kg e la velocità massima sfiora i 348 km/h. È l’auto più performante mai realizzata da Ford.

5 febbraio 2017 - 16:02

656 cv, 1.360 kg, 348 km/h e… due dita negli occhi alle rivali. La nuova Ford GT, erede della racing car GT40, definita negli Anni ’60 “l’ammazza Ferrari”, si spoglia finalmente del manto di riservatezza che, sino ad oggi, aveva protetto le sue grazie. Ora potenza e velocità massima sono note, complice un intero anno di sviluppo e affinamenti. Il Cavallino è avvertito.

Sino ad ora si era parlato genericamente di “oltre 600 cv” per il V6 3.5 EcoBoost della supercar americana. Oggi, invece, Ford comunica ufficialmente che i cavalli sono ben 656 e la coppia si attesta a 745 Nm, dei quali il 90% disponibile sin da 3.500 giri/min. Valori morigerati quanto Boris Eltsin con la vodka durante il cenone di capodanno e legati alla raffinatezza del 6 cilindri a V biturbo benzina. Un’unità derivata dai propulsori appannaggio dei Daytona Prototype omologati dall’Imsa, la Federazione automobilistica sportiva USA, per le gare endurance e caratterizzata dalla doppia strategia d’iniezione – diretta come standard, indiretta, ovvero nel collettore d’aspirazione, ai carichi parziali del propulsore – similmente ai motori delle sportive del Gruppo VW.

Massima espressione del marchio Ford Performance, la nuova GT, che non tradisce l’impostazione di base dell’antenata conservando la collocazione centrale del motore e la trazione posteriore, può contare su di una velocità massima di 347,6 km/h. Una prestazione eccezionale qualora si pensi che la Ferrari 488 GTB, mossa da un V8 3.9 biturbo da 669 cv, non va oltre i 331 km/h. Un risultato cui contribuiscono il ridottissimo sviluppo in altezza e l’aerodinamica attiva, mentre il peso si attesta a 1.360 kg. La supercar Ford si candida così a piuma della categoria grazie al massiccio ricorso alla fibra di carbonio per la realizzazione della carrozzeria, della cellula dell’abitacolo e delle porzioni anteriore e posteriore del telaio, costituite da un mix di fibre composite e alluminio.

L’auto più veloce mai prodotta dalla Ford può contare su di una trasmissione a doppia frizione a 7 rapporti, ammortizzatori di tipo push-rod – con puntoni diagonali che lavorano in compressione – freni carboceramici Brembo, cerchi in lega da 20 pollici, portiere ad apertura verticale e sedute ricavate direttamente all’interno della cellula abitacolo in carbonio. E il prezzo? 400.000 euro. Sempre che riusciate a trovarne una, dato che la produzione di mille esemplari è già prenotata, e che vogliate pagare gli studi ai figli del vostro benzinaio. Il “giocattolo” percorre infatti 5,9 km/l in media…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Nuova Skoda Octavia, sfida (impossibile?) alla Volkswagen Passat

FCA-PSA: tutti marchi sopravviveranno. Sì, anche Lancia

Dunlop Pro Race Dealer al Cremona Circuit