Honda Civic 2017: due cuori nuovi

La nuova generazione della berlina nipponica, attesa nel 2017, adotterà un 1.5 da 175 cv e un 3 cilindri 1.0 da 132 cv. Turbo e iniezione diretta di benzina per entrambi.

27 ottobre 2015 - 18:10

È passata inosservata come l’ennesima promessa di ridurre le tasse, nonostante sia una delle vetture esteticamente meno convenzionali al mondo: Honda Civic non ha riscosso il successo sperato in Europa e per conquistare posizioni mira a cambiare profondamente, specie sotto pelle.

La nuova generazione è attesa al debutto nel 2017 e per quella data la Casa nipponica ha annunciato di avere pronti due inediti propulsori turbo benzina. Più precisamente un tricilindrico 1.0 e un quadricilindrico 1.5 a fasatura variabile che beneficiano di un marcato travaso di tecnologia dal capostipite della famiglia dei motori VTEC sovralimentati, vale a dire il 2.0 da 310 cv attualmente appannaggio della versione sportiva Type R. All’iniezione diretta dovrebbe accompagnarsi una certosina riduzione degli attriti interni. Sebbene non siano stati ancora diffusi dati ufficiali, si parla di una potenza massima di 132 cv per il 1.0 e 175 cv per il 1.5.

Nel frattempo, la decima generazione di Civic (in foto) ha debuttato negli States e, per la prima volta nella storia della berlina nipponica, la versione USA e quella europea saranno simili esteticamente. Un vero e proprio modello globale che beneficerà sin da subito del 1.5 turbo da 175 cv abbinato alla rivisitazione della trasmissione a variazione continua. Per il 3 cilindri 1.0, invece, appuntamento rinviato al 2017.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

nuova Honda Jazz prima foto teaser

Nuova Honda Jazz, ecco la prima immagine ufficiale

Opel
Il mercato italiano “trafitto” dal fulmine

SUV elettrici, Volvo XC40 Recharge è il primo del suo segmento