Ha scritto una delle pagine più “urlate” della storia dell’automobilismo, forte di un quattro cilindri 2.0 aspirato a benzina da 240 cv che amava girare alto, anzi altissimo, oltraggiando la soglia dei 9.000 giri/min. Leggera, nervosa e tutt’altro che amichevole una volta portata al limite, Honda S2000 riscuote ancora l’incondizionato apprezzamento – o meglio sarebbe dire la venerazione – di una nutrita serie di fans.

HondaS2000Concept-005

Prodotta dal 1999 al 2009 e tradizionalmente contraddistinta dalla trazione posteriore, ora sarebbe pronta a risorgere. Come l’araba fenice che trae vita dalle proprie ceneri, così la nuova generazione della sportiva nipponica confermerebbe la collocazione anteriore del motore in abbinamento alle 2WD al retrotreno, a fronte però di una superiore raffinatezza meccanica rispetto al passato. Un upgrade che porterebbe in dote un sensibile incremento di prezzo, tanto da porla in diretta concorrenza con “mostri sacri” quali BMZ Z4 e Audi TT.

HondaS2000Concept-001

Avrà un propulsore ibrido? Assolutamente no. Per la propria roadster, Honda opterebbe piuttosto per il quadricilindrico 1.5 turbo a iniezione diretta di benzina al debutto con Civic Coupé, portato dagli originari 176 cv a 180 cv, cui affiancare una versione ben più estrema, forte del quattro cilindri in linea 2.0 turbo a iniezione diretta di benzina di derivazione Civic Type R, accreditato di 310 cv e di un regime massimo di 7.000 giri/min. Unità, quest’ultima, che verrebbe abbinata al consueto cambio manuale a 6 rapporti, forte però di una corsa ulteriormente accorciata. Il debutto della nuova S2000 potrebbe avvenire già nel corso del 2016.

HondaS2000Concept-006