I “Piccoli Ambasciatori della Sostenibilità” fanno il futuro più verde

Kia e LifeGate lanciano un progetto per sensibilizzare e formare i bambini delle scuole primarie sulle tematiche ecologiche. Come? Con un tour itinerante in sei città a base di attività educative

L’obiettivo è comune: diffondere i principi base della sostenibilità tra i più giovani per creare adulti più consapevoli. È per questo che Kia Motors e LifeGate, due realtà che a vario titolo hanno a cuore l’argomento, hanno stretto una collaborazione per promuovere il progetto di responsabilità sociale rivolto ai bambini delle scuole primarie. “Piccoli ambasciatori della sostenibilità”, questo il nome del programma, è stato presentato alla stampa allo Starhotel ECHO di Milano, una struttura costruita interamente con materiali ecosostenibili e quindi ad hoc per trattare queste tematiche. Il progetto in questione è nato analizzando i dati forniti dall’indagine ISTAT sul rapporto tra gli italiani e la sostenibilità, che ha messo in luce, tra le altre, che ciò che spinge gli italiani a compiere scelte ecosostenibili è fondamentalmente il senso di responsabilità nei confronti delle generazioni future. Partendo proprio da qui Kia Motors, che dal 2000 ha aperto un centro in Corea del Sud dedicato allo studio e sviluppo di tecnologie alternative, e LifeGate, il network italiano ad alto tasso di sostenibilità nei settori alimentazione, turismo, finanza, energia e design, hanno pensato di coinvolgere i più piccoli con un programma che possa accrescere il loro senso di responsabilità, con la particolarità di essere strutturato con la metodologia innovativa del Peer Learning. In che cosa consiste? In pratica si tratta di favorire, attraverso attività di una mezza giornata, lo scambio di idee e conoscenze facendo sì che i bambini insegnino ai coetanei e interagiscano tra loro e con gli adulti, intessendo relazioni fondate su rispetto e fiducia. Al termine dell’iniziativa i “Piccoli Ambasciatori della Sostenibilità” si trasformeranno quindi in testimonial del messaggio condiviso e appreso durante l’accademia. Milano, Torino, Genova, Firenze, Bologna e Roma saranno le città toccate da un tour che prenderà il via a gennaio e che vedrà un team di educatori professionisti al fianco dei bambini. Le scuole che aderiranno al progetto riceveranno inoltre un bonus energia del di 2.000 euro, da impiegare esclusivamente in elementi 100% green.