Jaguar XE SV Project 8: l’ammazza supercar

4 luglio 2017 - 18:07

Come una farfalla emerge dal proprio bozzolo, così la nuova Jaguar XE SV Project 8 si mostra per la prima volta priva di camuffature. Conquistando immediatamente il primato di vettura di Coventry più potente mai realizzata, complice il “trapianto” sotto il cofano del V8 5.0 sovralimentato della supercar F-Type SVR, portato dagli originari 575 cv a 600 cv grazie alle modifiche al sistema d’aspirazione e scarico.


Scarico in titanio ed upgrade elettronico
25 cv che fanno la differenza. Se, infatti, i 575 cv appannaggio del V8 32V di 5.000 cc a iniezione diretta della benzina sovralimentato mediante compressore volumetrico (tipo Roots) sembravano già una potenza monstre per la sportiva F-Type SVR, poter contare addirittura su 600 cv in abbinamento a una berlina di medie dimensioni quale la XE ha quasi dell’incredibile. Tanta rabbia è dovuta all’operato del reparto Special Vehicle Operations (SVO), incaricato di mettere a punto le versioni più performanti dei modelli Jaguar e Land Rover, che ha optato per sostituire lo scarico originale con un impianto completo in titanio, corredato di quattro uscite tonde da 89 mm di diametro, oltre che per un radicale upgrade elettronico.

Massiccio ricorso alla fibra di carbonio
Grazie allo step da 600 cv del V8 5.0 SC, la XE SV Project 8 diviene la Jaguar di serie più potente mai prodotta. Una vettura straordinaria, in grado di scattare, complici la trazione integrale e la versione affinata del cambio automatico a 8 rapporti ZF del tipo mediante convertitore di coppia, da 0 a 100 km/h in 3,3 secondi toccando una velocità massima di 320 km/h. Prestazioni da supercar, sebbene abbinate a un peso tutt’altro che da libellula: 1.745 kg. Un valore solo discreto nonostante il massiccio ricorso alla fibra di carbonio per il cofano motore e i paraurti, l’adozione di cerchi in lega forgiati da 20 pollici, i freni carboceramici e il citato scarico in titanio.


Roll bar e sedili a guscio con il Track Pack
La XE SV Project 8 verrà realizzata a tiratura limitata; non più di 300 pezzi. Ma se qualcuno dovesse considerarla non sufficientemente esclusiva, in Jaguar hanno predisposto il kit opzionale Track Pack, grazie al quale viene eliminato il divanetto – la vettura diventa quindi biposto – debutta un roll bar in abitacolo e le sedute anteriori sono del tipo a guscio, portando così in dote un dimagrimento di 12 kg. Il pacchetto tecnico standard include, in ogni caso, un kit aerodinamico specifico forte di un alettone extra large, così da incrementare i valori di deportanza rispetto all’auto di serie, un assetto hard, il differenziale posteriore a controllo elettronico e l’inedita modalità di guida Track, riservata alla pista. La XE SV Project 8 ha le carte in regola per far piangere ben più di una supersportiva…


Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Audi S5 TDI
La sua prima volta

Hyundai, idrogeno anche per la mobilità “pesante”

Peugeot 3008
Le Fiamme Gialle guidano francese