Ha fornito la base meccanica a una best seller quale Fiat 500X e al tempo stesso continua ad ampliare la propria gamma. Jeep Renegade, recentemente presentata in configurazione “automatica” e in serie limitata Desert Hawk, diviene accessibile ai neopatentati.

Jeep Sicilia 2015 - © Getty Images/Guido De Bortoli

Il 4 cilindri 1.6 Multijet II, vale a dire il motore più gettonato in dotazione alla SUV compatta americana – è lunga 4,23 metri – viene declinato nello step da 95 cv, alternativo alla potenza standard di 120 cv. Quest’ultima abbinabile alla trasmissione a doppia frizione DCT a 6 rapporti, sinora riservata al solo 1.4 turbo benzina da 140 cv, a patto di rinunciare alla trazione integrale. Due novità grazie alle quali il Gruppo FCA conta di ampliare la clientela attingendo da un lato ai neopatentati, dall’altro al segmento business.

jeeprenegade-002

Il 1.6 Multijet da 95 cv può contare, nello specifico, su di una coppia di 320 Nm a 1.750 giri/min e lavora in abbinamento a un classico cambio manuale a 6 marce. L’accessibilità ai neopatentati è garantita dalla potenza non superiore a 95 cv e dal rapporto peso/potenza superiore a 13,3 kg/cv. Considerando una massa di 1.465 kg, Renegade 1.6 Mjt 95 cv rientra ampiamente nei parametri, attestandosi a 15,4 kg/cv. Disponibile nel solo allestimento Sport, che prevede di serie ABS, ESP, 4 air bag, cerchi in lega da 16 pollici, climatizzatore manuale, radio USB/Bluetooth con schermo touch da 5 pollici e assistenza alla partenza in salita, vede il listino partire da 22.800 euro.