Kia Stonic 1.0 T-GDi mild hybrid, come va e quanto consuma davvero

Dalla città all’autostrada, passando per l’extraurbano, 100 km di test per verificare il consumo vero del crossover coreano

Il consumo di carburante (o di energia elettrica), quello vero, è uno dei temi che più interessa chi sta per acquistare una nuova auto. La Kia Stonic non fa eccezione a questa regola, anzi: trattandosi di un crossover compatto, non è destinato a chi dispone di un budget di spesa illimitato. Nello specifico, l’auto in prova è dotata di tecnologia mild hybrid in abbinamento al motore 1.0 turbo 3 cilindri da 120 CV e al cambio automatico a doppia frizione e 7 marce. Un ibrido mild, ma di quelli più evoluti: in virtù della rete elettrica a 48V, infatti, consente di “veleggiare” per lunghi tratti (ovvero: procedere con il motore a benzina spento).

E se vi state chiedendo quale sia l’utilità di un test di questo genere, ora che il ciclo di omologazione WLTP ha avvicinato molto i dati dichiarati a quelli reali, la risposta è che delle differenze ci sono ancora. E noi, per darvi una risposta quanto più possibile vicina alla realtà (anche se poi, ognuno di noi, tra stile di guida e percorsi che affronta, otterrà sempre risultati differenti), ci siamo inventati appunto la #ThehundREDChallenge.

Il percorso e lo stile di guida

I consumi veri

Come va su strada