Kia Stonic, mild hybrid per rispondere alla concorrenza. Le novità punto per punto

I B-SUV sono sempre più numerosi e agguerriti: Kia rinfresca il suo, soprattutto nella sostanza

6 agosto 2020 - 14:50

Quando la Kia Stonic arriva sul mercato, il segmento dei B-SUV è già affollato. In molti hanno capito che si tratta di una “gallina dalle uova d’oro” e i coreani, dopo aver anticipato il trend dei SUV medi con la Sportage, in questo caso non sono tra i più rapidi. Poco male, comunque: la Stonic è un ottimo prodotto, caratterizzato da una carrozzeria compatta (4,14 metri di lunghezza per 1,76 di larghezza) e dal design sportivo (è tra i B-SUV più bassi: 1,52 metri di altezza). Ora, tre anni dopo il lancio sul mercato europeo, è il momento di qualche importante novità.

Eccole, punto per punto nelle schede che seguono. Prima però vediamo quelle estetiche: spiccano i nuovi gruppi ottici anteriori a led, ridisegnati, che equipaggeranno la versione GT Line. Debutta anche un nuovo cerchio in lega leggera d’alluminio da 16 pollici e si aggiungono due nuovi colori per la carrozzeria sulle tonalità di grigio e blu.

Nuovi motori

Ibrido a 48 Volt

Fasatura variabile per il nuovo motore 1.0 turbo

Un po’ di connettività in più

Ti assiste in ogni momento

Commenta per primo