Lotus Exige V6 Cup

Esagerata sotto ogni aspetto, la Exige V6 Cup è una serie speciale della sportiva britannica dedicata a chi ha la competizione nel DNA

Chi sceglie Lotus deve, da sempre, fare i conti con una dotazione spartana; dovrà farli anche chi deciderà di acquistare una Exige V6 Cup, ma verrà ripagato  da una dose di divertimento che solo una supercar da poco più di 1.000 kg di peso può regalare.

È questo uno dei segreti Lotus sin dal 1952, anno della sua nascità: lo è ancora con questa nuova serie speciale della Exige, tutta aerodinamica e componenti “pronto gara”. Come nel caso dello spoiler, dell’estrattore posteriore e dello splitter anteriore, appositamente disegnati per la Exige V6 Cup; interventi all’insegna dell'efficienza che, associati ai 1.080 kg di peso, permettono al propulsore V6 da 3,5 litri – 350 cavalli e 400 Nm di coppia massima – di far scattare la Exige da zero a cento km/h in soli 3,5 secondi; 0,2 in più rispetto ad una Porsche 911 Turbo S, ma a listino a dividerle ci sono circa 100.000 euro.

Indole sportiva, quindi, come confermano sospensioni regolabili elettronicamente e pneumatici Pirelli P-Zero Trofeo. Stesso discorso per quanto riguarda l’abitacolo, rivisto e corretto con componenti degni delle migliori vetture da competizione. A partire dal volante estraibile, senza dimenticare il roll-bar con omologazione ufficiale FIA, l’estintore a disposizione del guidatore e il sedile rigorosamente sportivo con predisposizione per ospitare il sistema HANS (protezione per i traumi al collo in caso di impatto).

Unica concessione alla tecnologia che avanza è, di certo, la presenza del sistema LDPM (Lotus Dynamic Performance Management), che permette al pilota di selezionare tre modalità di guida: Race, Sport e Touring. Aisce su erogazione e sterzo ma la differenza, come sempre sulle Lotus, la fa chi guida…