McLaren 650S Le Mans: omaggio al passato

L’edizione limitata a 50 esemplari della supercar inglese celebra il ventennale della vittoria della mitica F1 GTR alla 24Ore di Le Mans. Al kit aerodinamico dedicato si abbinano interni specifici. Invariata la meccanica.

21 gennaio 2015 - 14:01

C’è un sottile filo rosso che collega McLaren e Lamborghini. Vale a dire la capacità – e volontà – di declinare un unico modello in una miriade di varianti. Basti pensare alla celeberrima Gallardo per il marchio del Toro e all’altrettanto ammirata 650S per il brand di Woking. Una dote che alcuni – le solite malelingue – potrebbero definire ripetitività.

Il reparto speciale MSO (McLaren Special Operations) della Casa inglese ha dato vita all’ennesima serie a tiratura limitata, battezzata 650S Le Mans e realizzata in non più di 50 esemplari con carrozzeria coupé. La vettura, nel dettaglio, celebra i 20 anni dalla vittoria della mitica F1 GTR alla 24Ore francese, ottenuta nel 1995 grazie all’equipaggio composto da Yannick Dalmas, Masanori Sekiya e JJ Lehto. Debutta così un’inedita presa d’aria sul tetto, destinata ad alimentare il noto 8 cilindri a V di 3.799 cc sovralimentato mediante due turbocompressori MHI, costruito in Gran Bretagna dallo specialista Ricardo su specifiche McLaren e dotato di albero motore piatto. Unità che, analogamente al modello di serie, eroga 650 cv e 678 Nm di coppia.

Ampio ricorso alla fibra di carbonio per lo splitter frontale e l’estrattore, mentre costituiscono un richiamo alla F1 GTR le feritoie in corrispondenza dei passaruota anteriori, di chiara derivazione racing. Specifici anche i cerchi in lega anteriori da 19 pollici e posteriori da 20 pollici della serie Le Mans Edition, alleggeriti di 4 kg rispetto alle ruote originali e abbinati a dadi in titanio. Non mutano la trasmissione a doppia frizione a 7 rapporti così come la carrozzeria e la struttura monoscocca in fibre composite. Confermati l’alettone a inclinazione variabile con funzioni di freno aerodinamico, le sospensioni PCC forti di ammortizzatori adattivi e sistema idraulico di compensazione del rollio, le portiere ad apertura verticale e i dischi freno carboceramici. Nell’abitacolo dominano rivestimenti in pelle nera e Alcantara arancione, mentre lungo i poggiatesta spiccano i loghi Le Mans.

Quanto costerà? 320.500 euro. Vale a dire circa 82.000 euro in più rispetto alla “normale” 650S. Nel prezzo, decisamente salato, è incluso un invito per due persone a un evento esclusivo, manco a dirlo organizzato a Le Mans, per celebrare il ventennale della vittoria della F1 GTR.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

SUV elettrici, Volvo XC40 Recharge è il primo del suo segmento

Nuova Skoda Octavia teaser

Nuova Skoda Octavia, le prime immagini (teaser) ufficiali

Nuova Mazda CX-30, già più di 1.000 ordini