Mercedes GLA

Un deciso colpo di spugna per cancellare il passato. in meno di due anni Mercedes ridefinisce schemi tecnici ed estetici dimostrando che c’è spazio per matrimoni di successo dove la tecnologia incontra il design

Classe A, CLA e ora GLA. Tre step di un concetto di mobilità che ha rivoluzionato Mercedes nell’arco di due stagioni soltanto. Che la A maiuscola nella sigla porti fortuna? Di fatto il successo di vendite, forse inatteso ma non troppo, della nuova Classe A che ha salutato il primo concetto di monovolume a favore di dimensioni e una linea più cool, seguito dall’introduzione di una nuova idea di berlina moderna com’è la CLA delinea una strada innovativa da parte di Mercedes.

A chiudere il cerchio delle “piccole” di Stoccarda ci pensa la nuova GLA che in meno di 4 metri e mezzo concentra tutto il meglio della produzione: prestazioni, comfort, ridotti consumi e design. Dimensioni che contano e tanto soprattutto perché così facendo il crossover di Mercedes può finalmente trovare spazio in box più a misura di vita metropolitana e amplia una gamma che vede protagonista da sempre l'imponente Classe M.

Da oggi sono disponibili due motorizzazioni a benzina da 1.6 e 2.0 litri con potenze comprese tra 156 GLA 200 e 211 cavalli della GLA 250; analoga offerta nel mondo diesel che con una singola cilindrata di 2.2 litri della GLA 220 GDI offre prestazioni interessanti – 136 e 170 cavalli – ma con consumi decisamente inferiori.

Trovare la soluzione che più si addice alle proprie esigenze e gusti personali è facile; non mancano i tre allestimenti tipici del marchio, Executive, Sport e Premium. Quest’ultimo è il vero punto di arrivo per il potenziale cliente che trova tutto quello che possa desiderare: cerchi in lega da 18 pollici, sedili in pelle, fari al bixeno giusto per citare i dettagli più evidenti.

Due ruote motrici o le quattro della trazione integrale 4Matic; quest’ultima che lavora accoppiata al cambio automatizzato a doppia frizione 7G-DCT ma non disponibile solo per la versione a benzina GLA 200. Di serie, vista la propensione ad affrontare percorsi non asfaltati, il DSR – Downhill Speed Regulation –  che regola la velocità della GLA nelle discese più tecniche.  Sicurezza in primo piano sempre con il sistema Attention Assist che percepisce la perdita di attenzione del guidatore e il Collision Prevention Assist  che sfruttando un radar posizionato nella parte frontale della GLA riduce il rischio di collisioni già da 7 km/h. Quest’ultimo in combinazione con il Distronic Plus – optional – può frenare automaticamente da una velocità di 200 km/h e ridurre l’ipotesi di incidente fino a una velocità minima di 20 km/h.

Commercializzazione a partire dall’anno nuovo e prezzo di partenza di 31.760 euro.