Renault Koleos MY14: un volto familiare

La Suv francese si presenta al via del nuovo anno con un lieve restyling al frontale, un 2.0 td negli step da 150 e 175 cv e la possibilità di optare per la trazione anteriore o le 4WD. Due livelli di allestimento: Live ed Energy. Prezzi da 30.100 euro

5 gennaio 2014 - 17:01

Ha seguito il resto della famiglia. Si è adattata ai canoni stilistici della più recente produzione Renault. Koleos, SUV che condivide la base meccanica con Nissan X-Trail MY13, si presenta al via del 2014 con un inedito paraurti anteriore caratterizzato dall’ampia calandra cromata e dalla losanga Renault al centro, nuovi cerchi in lega diamantati neri da 18’’ e la presenza di serie per tutte le versioni del sistema multimediale integrato R-Link forte di schermo touchscreen da 7” e delle funzioni navigazione, radio, telefono Bluetooth e streaming audio.

Analogamente al passato, l’unico propulsore disponibile è il noto TD 4 cilindri 16V di 1.995 cc proposto negli step da 150 e 175 cv, caratterizzato dall’alimentazione common rail Bosch, iniettori piezoelettrici e turbina a geometria variabile. Non mancano, da tradizione, filtro antiparticolato, due alberi di equilibratura controrotanti, doppio volano smorzante per attenuare le vibrazioni e sistema Start&Stop con recupero dell’energia nelle fasi di decelerazione. Unità che lavora in sinergia con uno sterzo a servoassistenza elettrica variabile e a una trasmissione manuale a 6 rapporti. Il cambio automatico Proactive, anch’esso a 6 marce, è abbinabile a entrambi i livelli di potenza del 2.0 dCi, mentre la trazione anteriore, alternativa alle 4WD, è riservata allo step da 150 cv.

Due i livelli di allestimento: Live, forte d’ESP, 6 air bag, chiave a transponder, climatizzatore automatico bizona, cruise control, cerchi in lega da 17’’, sensori di parcheggio posteriori e pack SKI (protezioni anteriori e posteriori satinate), ed Energy, top di gamma abbinabile alla sola Koleos 2.0 dCi 175 cv 4×4. Quest’ultima, in aggiunta a quanto previsto dal livello base, mette a disposizione Bose Sound System con Radio CD/Mp3, presa USB e Aux, sensori di parcheggio anche all’avantreno con telecamera in retromarcia, sedili in pelle, riscaldamento delle sedute anteriori, retrovisori esterni ripiegabili elettricamente, tetto panoramico in vetro, cerchi in lega da 18’’ e cristalli posteriori oscurati. Dotazioni cui si aggiunge la segnalazione d’ostacoli in corrispondenza dell’angolo di visuale cieco.

Prezzi da 30.100 euro (2.0 dCi 150 cv 2WD) a 34.100 euro (2.0 dCi 175 cv Proactive 4×4) per l’allestimento Live, da 34.600 euro (2.0 dCi 150 cv 4×4) a 36.600 euro (2.0 dCi 175 cv Proactive 4×4) per la versione top di gamma Energy.

Sotto il profilo tecnico, niente di nuovo sul fronte… orientale. Il sistema di trazione adottato dalla Suv francese rispecchia quanto previsto da Nissan X-Trail. Si tratta, nello specifico, della tecnologia All Mode 4×4-i in grado di interagire con ABS, ripartitore di frenata e controllo di trazione/stabilità, abbinata ai dispositivi di assistenza alla discesa (limita la velocità a 7 km/h) e alla partenza in salita, entrambi operativi con pendenze superiori al 10%. La selezione delle modalità di trazione avviene mediante un pulsante alla base della consolle ed è possibile optare per le 2WD anteriori, la distribuzione automatica della coppia tra gli assali in funzione delle condizioni di aderenza e il programma “Lock” che ripartisce in modo fisso 50-50 i kgm tra avantreno e retrotreno. Nel dettaglio, attivando la configurazione “Auto”, il sistema, che in condizioni normali lavora come una trazione anteriore, sfrutta il differenziale centrale elettronico in grado, interagendo con i sensori che rilevano la posizione dell’acceleratore, la curva d’erogazione del motore e l’angolo d’imbardata, di trasferire coppia al retrotreno anticipando lo slittamento delle ruote anteriori.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Volkswagen Golf 1974 grigia

Youngtimer – Volkswagen Golf, storia delle prime 7. In attesa dell’ottava

Volvo XC40 milano

Volvo XC40, i motivi di un successo. Test [VIDEO]

Peugeot 3008 GT Hybrid4, la variante ibrida plug-in si aggiunge alla gamma