Mercedes SL 63 AMG

Alluminio e carbonio sono gli ingredienti della pozione magica della nuova Mercedes SL 63 AMG. Sotto il cofano pulsa un mostruoso motore V8 da 537 cavalli che stupisce più per i consumi ridotti che le prestazioni.

24 febbraio 2012 - 11:02

Questa volta Mercedes SL 63 AMG sceglie di comunicare l’innovazione della sua Roadster nel modo meno convenzionale: parlando di consumi! Di solito, quando in gioco ci sono potenze strabordanti, come i 537 cavalli e 800 Nm espressi dai 5.461 centimetri cubi di cilindrata, si tende a trattare la voce consumi con toni pacati o addirittura a trascurarla ora che il prezioso carburante viene venduto a peso d’oro.

La Casa di Stoccarda, invece, armata di un potente megafono, fa una dichiarazione interessante: l’adozione del telaio completamente in alluminio ha permesso non solo di ridurre il peso totale della vettura di circa 125 chili, ma di diminuire in modo drastico i consumi di quasi il 30%. Questo equivale a dire che comparando la vecchia versione la differenza di consumi sul ciclo combinato per 100 km è superiore ai 3 litri; la nuova consuma 9,9 litri di benzina ogni 100 km contro i precedenti 12 litri.

Entriamo nel cuore della questione SL affrontandola con la scheda tecnica a portata di mano e soprattutto facendoci ammaliare dalla tecnologia e dall’elettronica. Per rendere unica la guida della SL AMG è stato riproposto in maniera ulteriormente evoluta l’Active Body Control  che varia elettronicamente l’assetto delle sospensioni da Comfort a Sport per assecondare le esigenze di guida. Anche l’ESP ha la possibilità di essere regolato su tre livelli d’intervento sempre meno invasivi, come la modalità Sport Handling, dedicata ai palati fini della guida sportiva.

Tenendo ben aperta la parentesi sportiva non possiamo trascurare il cambio a sette rapporti SpeedShift MCT AMG che racchiude l’essenza della guida AMG. Può comportarsi come il più confortevole dei cambi automatici o essere il più emozionante e aggressivo sequenziale che si possa immaginare, addirittura sfruttando durante le scalate il principio della doppietta automatica.

Potenza e sportività ovviamente vanno a braccetto con la sicurezza e la frenata della SL AMG che, con l’obiettivo di rallentare gli oltre 1.800 kg di peso della vettura, si è affidata ad un impianto con dischi in materiale composito di 390 mm di diametro e spessore di 36 mm con pinze a sei pistoni e posteriormente dischi da 360 mm.

In attesa di guidarla, ricordiamo che il passaggio da coupé a roadster avviene in meno di venti secondi e che, qualora le prestazioni non fossero sufficientemente gratificanti, Mercedes ha previsto un ulteriore step sportivo Performance Package AMG che porta la potenza a 564 cavalli contro i 537 della “normale” e sostituisce i dischi freno con quelli in materiale ceramico composito, ma soprattutto infrange il muro dei 100 km/h partendo da fermo in soli 4,2 secondi e sposta il limitatore di velocità da 250 km/h a 300 km/h.

Ok, finiamo di sognare e torniamo con i piedi saldamente a terra. La nuova Mercedes SL 63 AMG sarà disponibile a maggio dai concessionari ufficiali a un prezzo base di 162.747 euro.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Dacia e Udinese Calcio, la partnership si rinnova

Volkswagen ID.4 in movimento gialla tre quarti anteriore

Volkswagen ID.4 contro Tesla Model Y e gli altri SUV elettrici

BMW Why Buy EVO

BMW Why-Buy Evo, guidare una BMW senza comprarla è ancora più facile. Ecco perché