MINI restyling, quanto rimane delle origini 20 anni dopo

MINI (by BMW) compie 20 anni e l’occasione è quella giusta per regalarsi un restyling. E, per noi, per riflettere un po’ sull’evoluzione di questa (fu) piccola auto

Insieme alla Fiat 500 del 2007, la MINI del 2001 è il più grande successo della storia dell’auto, fra i “remake” di un modello iconico del passato. Nello specifico, l’operazione nostalgia messa in atto dai manager BMW si ispira alla MINI del 1959 del mitico Alec Issigonis. La MINI “tedesca” (disegnata e assemblata in UK, comunque) nasce appunto nel 2001 ed è subito un grande successo. Per celebrare i primi vent’anni di quell’auto, MINI regala alla Hatchback un restyling abbastanza importante.

MINI restyling plancia

I giusti ritocchi

Il lavoro dei designer si è concentrato nel frontale. I fari, sempre circolari, sono ora circondati da un anello in piano black; la cromatura rimane solo per la versione base. La finitura piano black viene riproposta anche per la nuova mascherina, più grande. Nuovi anche i fregi ai lati del paraurti, che sostituiscono i fendinebbia, ora integrati nei gruppi ottici (full LED per tutte le versioni).

MINI restyling dettaglio faro

Rivisto anche il paraurti posteriore, ma è il capitolo personalizzazioni che col restyling si fa più ricco. Ci sono nuove tinte carrozzeria e nuovi cerchi e, vera “chicca”, il tetto Multitone. Sì, proprio MINI che ha lanciato la moda del tetto a contrasto si spinge oltre: questo trattamento prevede 4 tinte per dare una sfumatura tra un colore e l’altro. Dentro, cambia il volante e spunta il display digitale come sulla MINI elettrica.

MINI restyling vista posteriore

Quanto è cresciuta dal 2001 a oggi

Insomma, la sostanza della MINI non cambia, dopo essere cambiata tanto negli anni. Pensate: nel 2001, la prima MINI hatchback by BMW (che peraltro era l’unica della gamma, all’epoca) misura 3,63 metri in lunghezza, 1,69 in larghezza e 1,42 in altezza. La terza generazione tocca rispettivamente i 3,82 / 1,73 /1,41 m. Sensibile anche l’aumento di peso: dai 1.050 kg della One del 2001 si passa ai 1.215 della One attuale.

MINI tutte le generazioni

Pesa di più, ma non si tratta di kg di troppo

Se qualcosa, dunque, è andato inevitabilmente perso dal punto di vista della pura agilità fra le curve, molto è stato guadagnato in termini di comfort e – ancor di più – di sicurezza (quella passiva, certo, ma anche quella attiva, ovvero i sistemi di assistenza alla guida). Ciò ha permesso alla MINI di rimanere “La” MINI. A distanza di 20 anni.