Come si guida sulla neve

Elettronica, pneumatici termici e vetture efficienti sono fondamentali per guidare sereni in inverno. È però necessario adeguare lo stile al volante e rispettare alcune norme di comportamento. Ecco cosa fare per viaggiare sicuri

Rapporti ed elettronica

Uno dei migliori consigli per guidare sulla neve è quello relativo alla scelta delle marce da utilizzare. Ai rapporti corti sono preferibili quelli lunghi, così da favorire il grip e la progressività d’erogazione, mentre in vista d’una salita è fondamentale mantenere un minimo di abbrivio. Per partire su neve a volte è necessario disattivare il controllo della trazione – operazione solitamente affidata alla pressione di un pulsante caratterizzato dalla sigla TCS (Traction Control System), ASR (Anti Slip Regulation) o ESP (Electronic Stability Control) – che altrimenti taglierebbe la potenza erogata dal motore qualora ravvisasse una perdita d’aderenza delle ruote motrici. Un comportamento solitamente virtuoso, ma che in presenza di fondi a ridottissimo grip potrebbe rendere impossibile riprendere la marcia. Una volta tornati in movimento, l’elettronica va immediatamente riattivata: favorirà trazione e stabilità.

guidaneve-005

Infine, alcuni suggerimenti “furbi”: in pianura, in sosta, è meglio non ricorrere al freno a mano. I cavi potrebbero congelarsi e il disinserimento diventare un problema. Qualora il cielo minacci neve, alzare i tergicristalli scongiura il rischio che cedano sotto il peso della coltre bianca o che restino vincolati ai vetri in caso di pioggia gelata. Dopo una nevicata, una volta sgomberate le superfici vetrate, è buona regola pulire anche il tetto: a meno che si desideri una valanga sul parabrezza alla prima frenata…