Alfa Romeo Giulia elettrica: si può fare, parola di CEO

Una Alfa elettrica? Abomino! Ma, si rassegnino gli alfisti, a quanto pare una Giulia elettrica ci sarà…

Alfa Romeo ha annunciato un piano molto ambizioso, elettrificare l’intera gamma entro il 2027. Secondo quanto ha dichiarato Jean-Philippe Imparato, CEO di Alfa, ci sarà posto anche per l’Alfa Romeo Giulia elettrica. Imparato ha sottolineato che il patrimonio genetico dell’auto verrà confermato anche in versione elettrica e che sarà data priorità all’approccio sportivo incentrato sulle sensazioni di guida, aspetto per le quali le Alfa Romeo sono diventate famose nel corso della loro storia.

Da zero a cento in 2 secondi e 800 chilometri di autonomia

Per la Giulia elettrica (che alcuni, tra cui Ferraris, hanno già realizzato) si ipotizza l’adozione della piattaforma STLA Large del gruppo Stellantis. Una base tecnica capace alloggiare fino a due motori, dunque con trazione sulle quattro ruote, e di spingere la Giulia elettrica da 0 a 100 km/h in soli 2 secondi. Per l’autonomia il CEO di Alfa ha parlato di una percorrenza fino a 800 km, con batterie fino a 118 kWh e ricarica ultra rapida.

Imparato ha detto che i tecnici stanno lavorando anche sul sound e sulle sensazioni di guida che trasmetteranno le Alfa Romeo elettriche, ma ha escluso l’utilizzo di “caratteristiche false”, non in linea con la filosofia del Marchio. Sarebbe quindi escluso il ricorso al sound artificiale, come invece stanno facendo altri costruttori. Allo studio ci sarebbe anche una versione Quadrifoglio dell’Alfa Romeo Giulia elettrica, ma Imparato è in dubbio. Non si è detto sicuro, infatti, che la piattaforma sia in grado di offrire le prestazioni di una vera Quadrifoglio.

Leggi anche: comprereste una Giulia elettrica? Ferraris ne ha già fatta una