Audi pronta per una nuova sfida nel 2022 – Dakar chiama e a Ingolstadt rispondono

Audi si appresta ad entrare nel mondo del Rally Dakar a partire dal 2022, abbandona la Formula E guardando al WEC

Le sfide non hanno mai fatto paura ad Audi, basti pensare a quando le Audi Quattro degli anni ’80 erano tra le dominatrici del gruppo B nel mondo dei rally. Oppure quando le R10, R18 e R18 e-tron non lasciavano nemmeno le briciole agli avversari nel WEC, fino ad arrivare a tempi più recenti con Audi impegnata nel campionato Formula E, dove anche qui, ironia della sorte, dopo sei anni di attività il team Audi Sport ABT Schaeffler risulta il più vincente della categoria. Dopo questo preambolo prepariamoci a una nuova associazione di idee: Audi Dakar.

Audi e-tron FE07

SOGNANDO IL DESERTO

I risultati degli ultimi 40 anni dimostrano che quando Audi si impegna nelle competizioni, non lo fa solo per partecipare. Riuscirà però a primeggiare o anche solo a distinguersi in quella che forse rappresenta la sfida più dura per un costruttore, la competizione più impegnativa al mondo: il Rally Dakar?

Teaser Audi Dakar 2022

Sì, Audi farà la Dakar. Nei giorni scorsi, infatti, la Casa tedesca ha diramato un comunicato stampa nel quale informava il mondo della sua decisione di abbandonare in veste ufficiale a fine 2021 il campionato di Formula E, per tentare l’impresa del Rally più famoso del mondo dal 2022.

UN NUOVO PROPULSORE

Ma le notizie non sono finite. Di pari passo con l’annuncio dell’abbandono del campionato Formula E, Audi annuncia il debutto di un nuovo propulsore elettrico denominato MGU05, che andrà ad equipaggiare la monoposto elettrica “E-tron FE07” che parteciperà al sopracitato campionato nel 2021.

Il propulsore in questione, sviluppato interamente da Audi Sport, promette un rendimento degno di nota: peso inferiore a 35 kg grazie ad una struttura leggera e un’efficienza superiore al 95%. Le prestazioni? 0 – 100 km/h in appena 2,8 secondi.

Audi MGU05

La domanda potrebbe sorgere spontanea, per quale motivo sviluppare un nuovo propulsore con tutti i costi che ne derivano per poi abbandonare dopo un solo anno il campionato per il quale è stato costruito? Innanzitutto, perché Audi ha dichiarato che nonostante abbia deciso di abbandonare il campionato in veste ufficiale continuerà comunque a fornire supporto ai team privati che decideranno di affidarsi al marchio tedesco per i prossimi anni.

Un’altra risposta alla domanda è data dal fatto che la casa dei Quattro Anelli ha reso pubblica la notizia della sua futura partecipazione nella nuova categoria LMDh del mondiale endurance che scenderà in pista nei circuiti di Daytona e Le Mans. Non è stata specificata la propulsione che verrà impiegata nel WEC, ma sicuramente il know-how maturato negli anni della Formula E tornerà utile ai tecnici di Ingolstadt.