Nissan DIG-T R: anche le formiche, nel loro piccolo, s’inc…

Svelato il propulsore termico che muoverà Nissan Zeod RC durante la 24 Ore di Le Mans. È un 3 cilindri 1.5 turbo a iniezione diretta da 400 cv e 38,8 kgm (!). Alternato ai propulsori elettrici, promette di spingere il prototipo nipponico a oltre 300 km/h

30 gennaio 2014 - 13:01

Big surprise! La vettura da corsa elettrica più veloce al mondo, iscritta alla 24 Ore di Le Mans in classe LM-P1, abbina ai propulsori a zero emissioni non il 4 cilindri in linea 1.6 turbo a iniezione diretta di derivazione Juke, già adottato dall’antenata DeltaWing in configurazione da 300 cv, bensì un cattivissimo 3 cilindri turbo da 400 cv!

Lei è Nissan Zeod RC (leggi qui il nostro speciale), prototipo che promette di toccare i 300 km/h grazie alla possibilità, definita Zero Emission On Demand (Zeod appunto), di passare dall'alimentazione elettrica alla benzina e viceversa. Pertanto non è un’auto ibrida, bensì una track car marciante in modalità standard oppure a zero emissioni, forte della ricarica delle batterie nelle fasi di frenata.

Lui è piccolo. Non pesa nemmeno 40 kg. Ha una cubatura di 1,5 litri e 3 soli cilindri. Ma erutta 400 cv con rabbia mai vista. Del resto, citando la fortunata serie letteraria di Gino & Michele, “Anche le formiche, nel loro piccolo, s’incazzano”. Un’unità a iniezione diretta di benzina sovralimentata mediante turbocompressore a gas di scarico, in grado di raggiungere un regime massimo di 7.500 giri/min ed erogare 38,8 kgm di coppia. Valore, quest’ultimo, sinora impensabile per un tricilindrico 1.5.

Lei e lui. La strana coppia che promette di rendere ancor più “elettrizzante” la 24 Ore di Le Mans (14-15 giugno).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Volkswagen Golf 1974 grigia

Youngtimer – Volkswagen Golf, storia delle prime 7. In attesa dell’ottava

Volvo XC40 milano

Volvo XC40, i motivi di un successo. Test [VIDEO]

Peugeot 3008 GT Hybrid4, la variante ibrida plug-in si aggiunge alla gamma