Nuova Mercedes CLA, una CLS in formato mignon

Più lunga e larga, vuole diventare la più dinamica fra le compatte della Stella. Ispirandosi alla Classe A. Anche nella tecnologia, con comandi vocali sempre più intelligenti

9 gennaio 2019 - 13:01

Era il 2004 quando Mercedes “inventò” le coupé a quattro porte con la CLS. Da allora, la cosa è piaciuta e molti si sono cimentati nel segmento. Adesso, al CES 2019, quella stessa eleganza arriva sulla nuova Mercedes CLA. Che mantiene le stesse proporzioni del passato ma, complice qualche “giusto” colpo di matita, diventa ancora più… coupé.
La coda ne guadagna

Se è vero che la nuova Mercedes CLA si è allungata di quasi 5 cm, arrivando a toccare i 4,69 metri, una delle modifiche più riuscite è lo spostamento della targa posteriore dal portellone al paraurti. Complici i nuovi gruppi ottici, il fascione ridisegnato e le carreggiate allargate (+6,3 e +5,5 cm) adesso c’è tutto un altro colpo d’occhio. Ma ad aumentare sono anche larghezza (+5 cm) e passo, cresciuto di 3 cm. A guadagnarne è l’abitabilità per i passeggeri posteriori, mentre il bagagliaio perde 10 litri, passando da 470 a 460 litri totali.
Sotto sotto c’è la Classe A

Il muso della nuova Mercedes CLA s’ispira a quello della Classe A – e non potrebbe essere altrimenti – così come la meccanica: a spingere per ora c’è solo il quattro cilindri benzina turbo da 225 cv con cambio a doppia frizione a 7 rapporti della CLA 250 ma entro maggio, quando l’auto arriverà in concessionaria, verranno resi noti gli altri cuori, in comune con la A. Per quanto riguarda le sospensioni (le posteriori seguono lo schema Multilink), compaiono barre stabilizzatrici più grandi e si può avere la regolazione attiva dell’ammortizzazione. Per (parole del comunicato stampa) “il modello più sportivo della nuova generazione di compatte firmate Mercedes-Benz.”
Hey, Mercedes!

Il sistema di comandi vocali MBUX non ha smesso di studiare: alla nuova Mercedes CLA si possono ora chiedere informazioni sul cibo (“quale è il contenuto di grassi di un Avocado?”) oppure sulla Borsa, sugli ultimi avvenimenti sportivi o perfino su calcoli matematici (“quale è la radice di 3?”). E poi c’è l’Energizing Coach, un assistente virtuale che mixa musica, regolazione di sedili, clima e luci interne a seconda del mood scelto. Fra i dispositivi di sicurezza, infine, non mancano (di serie o a pagamento) il sistema di mantenimento attivo della corsia, il sistema di assistenza alla frenata d’emergenza e l’assistente attivo della regolazione della distanza, il Distronic.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Michelin firma le Camper

Porsche Cayenne Coupé, la SUV tedesca si arrabbia

Bosch wrong-way driver warning, verso la retta via