Peugeot 308 Racing Cup: cordoli a colazione

La versione da pista della 308 GTi vede il 1.6 turbo benzina erogare 308 cv e lavorare in abbinamento a un cambio sequenziale a 6 marce. In Italia correrà nel CITE.

È destinata a raccogliere l’eredità della coupé RCZ in versione trofeo. Peugeot 308 Racing Cup, al debutto in occasione del prossimo Salone di Francoforte, è dedicata ai clienti sportivi della Casa del Leone desiderosi di partecipare ai diversi Campionati turismo nazionali e continentali.Peugeot308RacingCup-001Sviluppata dal reparto Peugeot Sport, nasce sulla base delle versioni stradali GTi e GTi by Peugeot Sport, con le quali condivide il 4 cilindri 1.6 16V turbo a iniezione diretta di benzina di provenienza RCZ R, portato dagli originari 270 cv agli attuali 308 cv. Un upgrade legato principalmente all’adozione della turbina della vettura da rally 208 T16, omologata in categoria R5. 1.6 turbo che lavora in abbinamento a una trasmissione sequenziale a 6 rapporti e a un differenziale autobloccante.Peugeot308RacingCup-007Rispetto alla vettura stradale le carreggiate sono ampliate di 10,6 cm, così da poter ospitare cerchi da 18 pollici, mentre le appendici aerodinamiche – in particolar modo l’alettone, l’estrattore e lo splitter – sono frutto dell’esperienza maturata dal Gruppo francese PSA nel WTCC. L’impianto frenante si avvale di dischi anteriori da 380 mm di diametro sui quali lavorano pinze a 6 pistoncini, mentre l’assetto è integralmente rivisto sulla base di quanto dedicato all’antenata RCZ Racing Cup. Il peso a secco sfiora i 1.000/1.050 kg in base alle specifiche delle serie nelle quali si troverà a competere. In Italia, in particolare, prenderà parte al CITE (Campionato Italiano Turismo Endurance) e la vettura completa verrà consegnata a partire dalla fine del 2016.