Non era difficile scommettere sul successo che la nuova Citroen C3 avrebbe potuto ottenere ma la dimensione è stata sorprendente: nei primi quattro mesi del 2017 la compatta francese ha conquistato 13.000 clienti, ottenendo l’ottavo posto tra le auto più vendute in Italia, (4° tra le berline del segmento B). Un risultato ancora più significativo se si pensa che gli acquirenti sono per il 55% nuovi clienti Citroën.

ANCHE AUTOMATICA

Cosa le mancava? Forse solo una variante con cambio automatico, soluzione sempre più in voga, apprezzata anche sulle compatte, utilizzate quasi sempre nel traffico. La Citroën C3 si arricchisce della versione con il cambio automatico a sei rapporti, abbinato al motore 1.2 turbo tre cilindri PureTech a benzina da 110 cv, eletto per due anni consecutivi “Engine of the year”.

AUTOMATICO VERO

Il cambio EAT6 (Efficient Automatic Transmission) è un automatico vero, idraulico: nulla a che vedere, per intenderci, con i cambi robotizzati o i CVT che spesso troviamo su questa categoria di auto. Una soluzione più costosa ma che garantisce maggior qualità di guida. Scordatevi l’effetto Moulinex del CVT o la lentezza dei robotizzati: sulla Citroen C3 EAT6 troverete fluidità e un’ottima reattività di cambiata, grazie anche all’efficace abbinamento dei software di gestione del motore e del cambio.

ABBINATA OTTIMALE
Fondamentale, in questo caso, la scelta del motore tre cilindri, che ha una spinta significativa anche ai bassi regimi (205 Nm di coppia massima già disponibili a 1.500 giri/min.) e un range di coppia molto ampio. La riduzione degli attriti interni e l’utilizzo di convertitori bloccabili (con trascinamento 1:1, senza slittamenti) hanno completato un lavoro che si è dimostrato eccellente. Per il resto non ci sono variazioni significative rispetto alla Citroen C3 che già conosciamo, ben riuscita anche dal punto di vista dinamico grazie all’assetto centrato e al comfort di ottimo livello.

TRE MODALITA’ PIU’ UNA

Nel nostro test drive abbiamo provato le tre modalità del cambio automatico, che ci ha subito convinto per la sua fluidità. DRIVE è la funzione pensata per tutti i giorni, che garantisce minori consumi e massimo comfort; nella modalità SNOW, non sempre presente su auto di questo segmento, la centralina interviene evitando possibili bloccaggi quando si scala marcia su fondi innevati o con scarsa aderenza. La modalità SPORT enfatizza appunta la dinamica sportiva, con cambi a regimi più alti e maggior rapidità nell’innesto dei rapporti. Chi preferisce gestire autonomamente le marce può scegliere la modalità sequenziale.
La nuova Citroën C3 con cambio automatico è proposta in due allestimenti: FEEL a 17.300 euro e SHINE a 18.550.

Testo di Monica Martini