Prova Honda Civic Type R

310 cavalli, 400 Nm e 270 km/h sono i numeri che meglio spiegano la nuova bomba Honda. Ma c’è anche molto altro che vale la pena raccontare, non ultimo il prezzo: 37.700 euro

Ci sono due tipi di auto sportive: quelle più introverse, che si tengono tutto dentro e si divertono a sorprendere quando, facendo l’indifferente, pigi sul gas. E quelle sfacciate, che amano attirare lo sguardo anche da spente e che, se non sono colorate e appariscenti e non sgasi al semaforo, non sei degno di loro…La Civic TypeR è una delle più convinte interpreti di questa seconda categoria. Non solo per la metratura delle appendici aerodinamiche, ma anche per le soluzioni estetiche e gli interni, che danno a chi la osserva l’impressione di trovarsi di fronte a un’auto più a suo agio fra i cordoli di un circuito, che fra le strisce di un parcheggio dell’Esselunga.HondaTypeR_2016_01La Civic è alla sua nona generazione e, dal 1972, ha venduto più di 20 milioni di esemplari nel mondo. A piacere è sempre stato il suo approccio innovativo, che  esprime perfettamente l’atteggiamento di Soichiro Honda, il quale ama ricordare che “Quando, nel 70 venne emanato il  Clean Air Act (che obbligava i produttori di auto a ridurre a un decimo le emissioni, ndr)  la GM assunse 50 avvocati, io assunsi 50 ingegneri!”HondaTypeR_2016_03La sigla Type R sta ad indicare la versione sportiva (R sta infatti per Racing) ed è stata introdotta nel ’92, con la NSX, seguita, nel ’95 dalla Integra e nel 1997 dalla Civic. L’ultima versione vide la luce nel 2007, prima di un’attesa lunga quasi nove anni. Ben ripagata.La Civic Type R di quarta generazione è la più potente Type R di sempre e il riferimento del segmento C a trazione anteriore. Sia per scheda tecnica, sia per soluzioni adottate: per la prima volta è stato utilizzato il motore turbo benzina VTEC da 2.0 litri a iniezione diretta. La potenza massima erogata è pari a 310 CV a 6.500 giri/min e la coppia massima a 400 Nm tra 2.500 e 4.500 giri/min, valori superiori a tutte le Type R precedenti.HondaTypeR_2016_02aPer il cambio è stato scelto un leggero e performante manuale a sei rapporti, così da mantenere quel feeling diretto e appagante che molti apprezzano. Il design della Civic Type R è figlio di un’analisi minuziosa dei flussi; il pacchetto aerodinamico utilizza elementi in grado di favorire l’aderenza creando deportanza. L’attenzione al flusso d’aria, non solo attorno ma anche attraverso la vettura, insieme al fondo piatto e al profilo dell’ala posteriore, garantiscono una consistente spinta verso il basso su entrambi gli assi e resistenza aerodinamica minima.HondaTypeR_2016_07Molto interessante il nuovo sistema integrale di sospensioni adattative, sviluppato per quest’auto, in grado di regolare ciascuna ruota in modo continuo e indipendente per fornire una tenuta di strada ottimale, limitare il trasferimento di carico delle ruote in fase di accelerazione e decelerazione improvvisa e mantenere la stabilità di guida. Anche l’impianto frenante è stato sviluppato ad hoc by Brembo e conta su dischi da 350 mm di diametro.L’interno è sportivo quanto l’esterno, con i bei sedili racing e tutti i comandi perfettamente a portata di mano. A proposito di comandi sulla nuova Civic Type R debutta la nuova modalità “+R” che modifica la risposta di vari sistemi del telaio e del gruppo motore/cambio, pensata espressamente per l’utilizzo in pista.HondaTypeR_2016_06Honda dice che questa è una macchina da corsa portata sulla strada ma non pensiate che sia spartana ed essenziale, poiché prevede tutti i più moderni sistemi di assistenza alla guida e le tecnologie di sicurezza basate su sensori: Forward Collision Warning (avviso di collisione frontale), Lane Departure Warning (avviso di abbandono della corsia), High-Beam Support System (regolazione automatica dei fari abbaglianti), Blind Spot Information (informazione sui veicoli nell’angolo cieco), Cross Traffic Monitor (monitoraggio del traffico in avvicinamento), Traffic Sign Recognition (riconoscimento della segnaletica stradale) e Intelligent Speed Limiter (Impostazione intelligente della velocità). Non mancano il sistema City-Brake Active, ideato per evitare o ridurre i tamponamenti a bassa velocità e l’Adaptive Cruise Control, che consente di impostare la velocità e la distanza dal veicolo che lo precede. Ultimo ma non ultimo, l’ormai irrinunciabile sistema di infotainment, in questo caso Honda Connect.Irresistibile nelle prestazioni, la Civic Type R è difficile da superare anche nel prezzo: 37.700 euro.Nel catino di Franciacorta la temperatura dell’aria era di 30ºC, quella dell’asfalto 43ºC ma in abitacolo faceva molto più caldo. Era l’adrenalina che faceva ribollire il sangue.Ok, non stavo guidando una Lambo, ma 310 cavalli e 400 Nm a 2.500 giri del 2.0 litri VTEC turbo Honda sono stati più che sufficienti a trasformare la Type R in un fantastico kart e il circuito in un parco giochi di quasi tre chilometri. In realtà, oltre a potenza e coppia, gran parte del merito è da ascrivere all’assetto e ai freni. Le sospensioni adattive sulle quattro ruote sono molto efficaci e limitano i trasferimenti di carico: la Honda si incolla al terreno e sembra muoversi su due binari.HondaTypeR_2016_00bGli inserimenti sono sempre precisi, anche quelli “pinzati”, e senza quasi avvertire sottosterzo, come invece ci si aspetterebbe da una trazione anteriore. La frenata è eccellente, molto potente e sempre costante anche dopo tre giri di staccate a vita persa. Notevole l’elettronica, che assiste bene e con un controllo di trazione mai invasivo.Inserire la modalità +R è imprescindibile quando si gira in pista. Si schiaccia il pulsante in alto a sinistra sul cruscotto e, sebbene la reazione più evidente sia la luce della strumentazione che diventa rossa, ci si prepara a farsi sorprendere…HondaTypeR_2016_00aCambia la risposta del motore, con la mappatura che diventa più grintosa e impostata sulle prestazioni, erogando coppia superiore a velocità inferiori. Il servosterzo elettronico garantisce un’assistenza ridotta per offrire una feeling sullo sterzo più sensibile e reattivo. La forza di smorzamento delle sospensioni aumenta sensibilmente, incrementando la stabilità e l’agilità dell’auto. Il programma di controllo della stabilità, regolato per focalizzarsi su accelerazione e prestazioni, diventa un po’ più “generoso” e consente un maggior tasso di slittamento e imbardata prima di intervenire.HondaTypeR_2016_00Se poi si crede di essere pronti si può disinserire tutto e lasciare spazio alla propria sensibilità. Ecco che la Type R si sfila le briglie e dà sfogo alla sua indole selvaggia, ma non prende il sopravvento sul pilota, che si diverte ancora di più. Tre giri “a tutta”, cercando di staccare sempre più tardi e seguire le linee indicate dagli istruttori. Poi la sosta in pit lane per far raffreddare i freni e permettere all’aria condizionata di tornare a fare il suo dovere. In effetti basta poco per dimenticarlo, ma siamo per sempre su un’auto con cui andare all’Esselunga a fare la spesa…