Prova KIA Cee’d 1.4

In due allestimenti e cinque motorizzazioni, è l’auto giusta per chi cerca brillantezza, comfort e qualità al giusto prezzo. Sorprendente la guida

LIVEL’abbiamo messa alla prova, senza riguardi, per quasi quattro mesi, per un test che ha attraversato l’inverno ed è finito soltanto in primavera. Ha vinto la sfida, guadagnandosi l’interesse e l’apprezzamento di tutta la redazione. Al punto da essere preferita nella scelta quotidiana tra i mezzi in prova ad auto di cilindrata, prezzo e blasone molto superiori, la nostra Cee’d 1.4 è andata letteralmente a ruba. Ma ripartiamo dal principio. Proposta in due allestimenti, Active e Cool, la Cee’d può montare un’ampia varietà di motori: si va dal 1.4 DOHC benzina dell’esemplare in prova (100 cv), al Diesel della stessa cilindrata (90 cv), senza dimenticare la versione a GPL da 98 cv. Salendo di cilindrata ecco un benzina 1.6 da ben 135 cv e due Diesel, il primo da 110 e il secondo da 128 cv, a completare una gamma molto ben articolata. L’allestimento Cool in prova spicca per la ricchezza della dotazione: luci diurne a LED, cerchi in lega da 16”, retrovisori esterni elettrici e riscaldabili, 6 airbag, climatizzatore automatico bizona, alzacristalli elettrici anteriore e posteriori, tre differenti settaggi (comfort, normal, sport). Il touchscreen permette di comandare la radio, mentre il navigatore è opzionale (1.500 euro). La dotazione include il cambio manuale a 6 rapporti, con quello automatico dotato di comandi al volante offerto soltanto per il 1.6 Diesel da 110 cv. Il prezzo di listino della versione 1.4 Cool è di 18.500 euro, ma per chi vuole spendere meno l’allestimento Active permette di risparmiare 2.000 euro a parità di motorizzazione.DRIVESilenzio. Al minimo il motore sembra spento: zero vibrazioni, rumore inavvertibile. Si comincia bene. E si continua con gli innesti secchi e precisi del cambio manuale a sei rapporti, perfetto anche quando si forza il ritmo. Il motore quattro cilindri benzina colpisce oltre che per la silenziosità anche per l’encomiabile regolarità d’erogazione, che permette di sfruttarlo anche a bassissimi regimi, sotto i 2000 giri/min indicati. Le prestazioni sono interessanti, considerando potenza e cilindrata: in sorpasso si può osare senza preoccuparsi di rimanere al palo… I consumi, nonostante l’uso prevalentemente cittadino durante la nostra, sono stati ragionevoli, con circa 7 litri di benzina per 100 chilometri. Efficace il climatizzatore, che anche con temperature sotto lo zero sbrina i vetri velocemente, per poi raggiungere rapidamente la temperatura desiderata nell’abitacolo. I sedili sono comodi ma non proprio contenitivi, come si avverte tra le curve affrontate con piglio sportivo; i comandi, sia sul volante sia sulla consolle, non hanno particolarità che li distinguano da altri modelli e risultano quindi molto intuitivi. Capiente il bagagliaio, facile abbassare i sedili posteriori e aumentare lo spazio a disposizione per i bagagli. L’assetto della Cee’d offre il giusto compromesso tra la necessità di garantire adeguato comfort sugli asfalti sconnessi e l’obiettivo di rendere piacevole ed efficace la guida. Il rollio è limitato, con trasferimenti di carico ridotti, che non infastidiscono né limitano il pieno controllo dell’auto. Un modello che dimostra indubitabilmente la notevole maturità dei prodotti Kia.Foto Simon Palfrader