Skoda Rapid

Si candida a riferimento tra le berline compatte, grazie anche al design molto curato. Sarà presentata in anteprima al Salone di Parigi e arriverà sui mercati europei entro la fine dell’anno

Novità in Casa Skoda: dopo la Citigo arriva la berlina compatta Rapid, che proprio per il segmento in cui si inserisce avrà un ruolo decisivo per l’espansione sul mercato dell’azienda ceca di proprietà Volkswagen. La Rapid sarà esposta in anteprima al Salone di Parigi di settembre, per poi giungere nelle concessionarie in autunno. Il design è curato e si ispira senza mezzi termini ad altri modelli del Gruppo VW; la dotazione di sicurezza, lo spazio a bordo e le motorizzazioni saranno all’altezza delle aspettative, insieme al prezzo, che non è stato ancora comunicato ma dovrebbe essere molto competitivo.”Con quest’auto definiamo nuovi standard di riferimento nel segmento delle berline compatte: la Rapid è spaziosa, elegante, estremamente pratica per l’intera famiglia e apprezzata per le soluzioni intelligenti, la tecnologia moderna e l’elevata economicità. In breve: è una vettura che consente una mobilità confortevole e rispettosa dell’ambiente a un prezzo accessibile. L’auto giusta al momento giusto” afferma Winfried Vahland, Presidente Skoda. Nell’ambito della gamma, la Rapid si inserisce tra Fabia e Octavia: è, cioè, una compatta, che fa parte del segmento C, capace di raggiungere il 36% del totale venduto nel mondo, con prospettive di ulteriore crescita.“Questa vettura comunica un messaggio chiaro sin dal primo sguardo: precisione, freschezza e personalità” afferma Eckhard Scholz, componente del Consiglio di Amministrazione Skoda e responsabile dello sviluppo tecnico. Il logo è inedito, come la calandra del radiatore, i gruppi ottici e i fendinebbia. La zona posteriore vede protagonista il portellone, oltre ai gruppi ottici con forma a C e ancora il nuovo logo. L’auto è lunga 4,48 metri e larga 1,7 metri ma secondo il costruttore può ospitare comodamente cinque passeggeri e i relativi bagagli. La sua destinazione alle famiglie sembra, quindi, naturale. E i motori? Saranno sette, cinque a benzina e due Diesel.