Skoda Superb Scout, la SW rustica che s’ispira alle SUV

Con il restyling della gamma arriva anche la versione per affrontare gli sterrati leggeri senza patemi. Grazie a protezioni sottoscocca, assetto rialzato e trazione integrale. E un look che fa molto SUV

24 maggio 2019 - 19:28

Il virus di SUV e crossover contagia anche l’ammiraglia boema, che si veste da campagna e diventa Skoda Superb Scout, con tutto il necessario per sopportare senza grandi patemi qualche digressione fuori dall’asfalto. Come da programma, solo in versione wagon.

Una tipa rustica-chic

La Skoda Superb Scout guadagna profili in plastica sui passaruota e nella parte inferiore dei paraurti, impreziositi da inserti a contrasto. Non mancano protezioni sotto la scocca, assetto rialzato di 15 mm, cerchi in lega da 18″ e la trazione integrale con specifica modalità offroad. Dentro dominano tessuto per i sedili (che si possono avere anche in pelle e Alcantara) e legno, con eleganti inserti in plancia. Senza dimenticare le soluzioni Simply Clever come lo Sleep Package, che comprende una coperta e poggiatesta posteriori più generosi rispetto alle sorelle normodotate.

Motori e altri dettagli

A spingere la Superb Scout pensano il 2.0 TDI da 190 cv e il 2.0 TSI da 272 cv, entrambi abbinati di serie al cambio DSG a sette rapporti. Insieme alla Scout debutta anche il restyling di tutta la gamma Superb, che porta in dote un leggero maquillage estetico, i fari Matrix LED, nuove finiture interne e strumentazione totalmente digitale. Per quanto riguarda i motori si va dal 1.5 TSI da 150 CV al 2.0 TDI da 190, passando per il 2.0 TSI da 190 e 262 cv, per il 1.6 TDI da 120 cv e il 2.0 TDI da 150 cv (l’unico, insieme al 1.5 TSI, ad avere di serie il cambio manuale).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Mazda CX-30
Il crossover compatto che non c’era

Peugeot 508 SW
La sfida tra station wagon è aperta

Auto storiche: convertirle in elettriche. Perché sì e perché no