Suzuki ACI Rally Italia Talent, al via l’edizione 2021

L’ormai tradizionale format per la promozione dei giovani talenti prende il via da Alghero

Per gli appassionati ormai si tratta di una tradizione. Il bello di ACI Rally Italia Talent, però, è che ormai si è fatto conoscere anche da chi non ha il pallino dei rally. Non a caso, nel 2021 si svolgerà l’ottava edizione di un format di successo, che anche noi di Red vi abbiamo raccontato più volte. Voluto da Renzo Magnani, ACI Rally Italia Talent ha come obiettivo quello di selezionare piloti e pilotesse di ogni età (dai 14 anni in su), potenziali campioni del futuro, nel contesto sicuro e controllato della pista, sotto la supervisione di professionisti del rally. Quest’anno si parte dalla Pista del Corallo di Alghero, i giorni 26 – 27 – 28 marzo.

Suzuki, ancora una volta

Tradizione nella tradizione è quella che vede Suzuki legata a questo progetto: per l’ACI Rally Italia Talent 2021 l’auto selezionata è la Swift Sport Hybrid (qui la nostra prova). Un’auto con le performance “giuste” in relazione all’obiettivo di cui sopra, capace di coniugare una buona potenza (129 CV) con reazioni sempre composte e affidabilità a prova di “bomba”. Novità del 2021 è la versione con doppi comandi, pensata per i quattordicenni. Realizzata insieme all’azienda specializzata Handytech, dà modo a tutti, anche ai meno esperti, di mettersi alla guida dell’auto.

ACI Rally Italia Talent piace soprattutto ai giovani

suzuki aci rally italia talent 2021

Luogo comune vuole che ai giovani e ancor di più ai giovanissimi le auto non interessino più. Invece, ACI Rally Italia Talent e Suzuki dimostrano che con le formule giuste – ed economicamente abbordabili – i ragazzi sono ancora attratti dalle quattro ruote e dalla guida. A indicarlo sono i numeri: stando ai dati preliminari, alla vigilia dell’edizione 2021, sono oltre 10.000 gli iscritti, di cui l’80% sotto i 35 anni. I vincitori delle categorie Under 18, Under 23, Under 35, Over 35, Femminile, Licenziati Aci Sport e Non Licenziati, oltre a chi primeggerà nelle classifiche riservate ai Disabili e agli Under 16, potranno diventare piloti e navigatori ufficiali.