Toyota Aygo MY14: generazione X

Irriconoscibile rispetto al passato. La city car nipponica adotta un inedito design a X e promette ampie possibilità di personalizzazione: una novità assoluta per Toyota! È mossa da un 3 cilindri 1.0 da 69 cv abbinato a un cambio manuale o elettroattuato a 5 rapporti

5 marzo 2014 - 11:03

Condivide la base meccanica e telaistica con Peugeot 108 e Citroën C1. L’originalità estetica, però, non è in discussione. La rinnovata city car Toyota beneficia di un inedito design a X che caratterizza fortemente tanto il frontale quanto il retrotreno.

Proposta come in passato in configurazione di carrozzeria sia a 3 sia a 5 porte, può contare su di una capacità del bagagliaio di 168 litri: 38 in più rispetto al precedente modello. Le possibilità di personalizzazione sono molteplici – è una novità assoluta per la Casa nipponica – grazie a svariate parti intercambiabili. Nel dettaglio, possono essere sostituiti anche dopo l’acquisto la griglia anteriore a X, gli inserti dei paraurti, le strisce adesive lungo le fiancate, i cerchi in lega e, in abitacolo, i rivestimenti del quadro strumenti, della consolle, delle bocchette di ventilazione così come il pomello e la cornice del cambio.

Differisce da 108 e C1 nelle motorizzazioni, dato che adotta esclusivamente un 3 cilindri 1.0 12V a fasatura variabile, mentre le “cugine” francesi propongono anche un 1.2 12V VTi PureTech da 82 cv. Tricilindrico 1.0 che, rispetto al passato, vede crescere il rapporto di compressione da 11,0:1 a 11,5:1, adotta un inedito collettore d’aspirazione e beneficia della riduzione degli attriti interni. Un upgrade che porta in dote una potenza massima di 69 cv anziché gli originari 68 e una coppia di 95 Nm (9,7 kgm) invece di 93 Nm (9,5 kgm). Calano i consumi: percorre mediamente 24,4 km/l contro i 22,3 km/l appannaggio del precedente modello. Scatta da 0 a 100 km/h in 14,2 secondi e raggiunge i 160 km/h. Alla versione standard si affianca una variante ECO caratterizzata dal IV e V rapporto del cambio manuale allungati, pneumatici a bassa resistenza al rotolamento e sistema Start/Stop. La percorrenza media si attesta così a 25,6 km/l. Oltre che con la nota trasmissione manuale a 5 marce, come in passato Aygo è proposta con un’unità elettroattuata, denominata X-Shift, a 5 rapporti.

Analogamente a 108 e C1, il touchscreen da 7” al centro della consolle consente di dialogare con gli smartphone mediante la connettività Bluetooth, così da sfruttare le funzioni telefono e musica del dispositivo mobile, oppure attraverso la tecnologia Mirror Screen che trasforma il display della vettura in uno specchio fedele del telefono. Curato il reparto sicurezza: sono disponibili ABS, ESP, 6 air bag, sistema di monitoraggio della pressione dei pneumatici e – novità 2014 – l’assistenza alla partenza in salita.

 

 

Il video teaser della nuova Aygo

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Nuova Skoda Octavia, sfida (impossibile?) alla Volkswagen Passat

FCA-PSA: tutti marchi sopravviveranno. Sì, anche Lancia

Dunlop Pro Race Dealer al Cremona Circuit