Toyota Corolla Cross, fate i conti con me

Forte della tecnologia ibrida, completa l’offerta della Casa giapponese nel campo dei SUV. Una pedina fondamentale in un segmento strategico

Con la RAV4, Toyota ha creduto, tra le primissime Case automobilistiche a farlo, nei SUV. Poi, bisogna ammetterlo, un po’ di ritardo lungo il percorso sfolgorante delle auto dalla carrozzeria rialzata l’ha accumulato. Certo, la C-HR si è ritagliata una sua importante fetta di mercato, ma due SUV/crossover nella gamma sono poca cosa nel mondo dell’auto di oggi. Anzi, erano: pochi mesi fa è arrivata infatti la Yaris Cross e il prossimo autunno i concessionari Toyota saranno ben felici di accogliere la Corolla Cross (4,46 metri di lunghezza, 1,82 di larghezza e 1,62 di altezza), che si posiziona a metà strada fra C-HR e RAV4.

Toyota Corolla Cross posteriore

Che l’ampliamento della gamma faccia bene a Toyota lo dicono i numeri: la Yaris Cross a novembre è stata la settima auto più venduta d’Italia. Con 2.657 esemplari ha messo all’angolo pesi massimi come Volkswagen T-Roc, Jeep Compass e Renegade, Ford Ecosport e Renault Clio, sue dirette inseguitrici in classifica. Torniamo ora però alla Corolla Cross, che fra le tante se la dovrà vedere anche con la Skoda Karoq restyling, in vendita giusto qualche mese prima.

La forza dell’ibrido

Prima di andare nel dettaglio, una piccola premessa: la Corolla Cross si basa sulla piattaforma modulare TNGA-C di Corolla e Corolla station wagon. Punto di forza dell’auto rispetto alla concorrenza (o gran parte di essa) è il suo sistema di trazione full-hybrid, di comprovata efficienza e affidabilità. Qui, peraltro, si registra un’importante evoluzione: la Toyota Corolla Cross sfrutta infatti batterie al litio più potenti e più leggere addirittura del 40% rispetto a quelle di generazione precedente, mentre la potenza di sistema cresce dell’8%.

Toyota Corolla Cross sedili posteriori

Nello specifico, la versione a trazione anteriore eroga una potenza di 197 CV (184 CV per la Corolla 2.0 Hybrid) ed è accreditata di un tempo di 8,1 secondi nello 0-100 km/h. La Toyota Corolla Cross Hybrid AWD-i, che è a trazione integrale in virtù di un motore elettrico anche sull’asse posteriore, aggiunge quasi 42 CV alla potenza totale. Il motore elettrico posteriore entra in funzione automaticamente per dare più trazione in condizioni di scarsa aderenza o quando è richiesta la massima spinta da parte del guidatore. Non manca una nuova calibrazione del sistema al fine di ottenere una risposta più lineare agli input del guidatore. Consumi ancora in fase di omologazione.

Android Auto, Apple CarPlay, ADAS

Immancabile, la connettività con gli smartphone tramite Apple CarPlay (wireless) e Android Auto (via cavo). Dietro al volante spicca il quadro strumenti digitale da 12,3″ configurabile, mentre al centro della plancia la scena è dominata dallo schermo touch da 10,5”.

Toyota Corolla Cross plancia

La lunga lista di ADAS mette al riparo da qualsiasi (beh, quasi) errore: il T-Mate unisce l’ultima generazione del pacchetto Toyota Safety Sense coi sistemi di guida attiva e assistenza al parcheggio. Per la prima volta c’è la limitazione dell’accelerazione a bassa velocità, l’assistenza al traffico in ingresso, il rilevamento dei veicoli in avvicinamento e l’assistenza alla svolta. Nuovi anche il sistema di arresto di emergenza (EDSS), gli aggiornamenti Over The Air (OTA), mentre tutti gli altri sistemi sono stati evoluti e migliorati. Fra questi, il Full Speed Range Adaptive Cruise Control e il Lane Trace Assist. Disponibili ci sono anche Blind Spot Monitor con Safety Exit Assist, Adaptive High Beam System e assistenza al parcheggio con Toyota Teammate Advanced Park, Panoramic View Monitor, Rear Cross Traffic Alert con frenata automatica e Intelligent Clearance Sonar. A proposito di sicurezza, debutta infine l’airbag centrale fra i sedili anteriori.

Toyota Corolla Cross bagagliaio