Il 2014 racconta una forte evoluzione: il mercato delle auto usate ha sorpassato le immatricolazioni del nuovo. Di circa quattro milioni di compravendite, 2,5 milioni sono vetture usate; di queste compravendite il 58% è avvenuto tra privati.

Bosch ha lanciato il progetto Usato Smile che prevede una lista di oltre 200 controlli da effettuare sulla vettura che si vuole vendere o acquistare e che permette di avere una chiara “fotografia” dello stato della vettura stessa. Il concetto è chiaro. Sia l’acquirente sia il venditore hanno la certezza che la certificazione realizzata dai Car Service di Bosch sia attendibile e imparziale, ma soprattutto prevede la stima dei costi per gli eventuali interventi che possono rendersi necessari per riportare l’auto in perfetta forma.

In questo modo si rende chiara e trasparente la sempre delicata trattativa tra privati. Con il Certificato Usato Smile di Bosch Car Service alla mano si ha, quindi, la possibilità di trattare il prezzo d’acquisto nel caso sia necessaria una manutenzione che va ben oltre l’ordinario, piuttosto che confermare il valore richiesto nel caso la vettura sia in perfetto ordine.

I controlli prevedono aspetti amministrativi, nonché approfondimenti tecnici su motore, pneumatici, carrozzeria e sottoscocca, impianto frenante ed elettrico; include la prova su strada. Il prezzo promozionale per tutto il 2015 è di 59,90 euro contro 119,90 di listino ed è possibile effettuarlo, almeno per ora, in 700 dei 1.300 Bosch Car Service presenti sul territorio. Nel caso si decida di effettuare la manutenzione prevista dall’Usato Smile, Bosch dà la possibilità di sottoscrivere l’assistenza Car Assistance che prevede riparazione sul posto, traino, taxi ed eventuale pernottamento a 39 euro, 59 euro per la copertura europea.