Volkswagen Atlas: born in the USA

La nuova SUV tedesca a sette posti nasce per il mercato statunitense. Lunga oltre cinque metri e mossa da motori a benzina 2.0 TSI da 238 cv e V6 3.6 da 280 cv, può essere dotata delle 4WD. Cambio automatico a 8 rapporti.

Nasce per gli States, il Medio Oriente e la Russia, ma alcune voci la vogliono in arrivo – in un futuro remoto – anche in Europa. La Volkswagen Atlas è la nuova SUV a sette posti della Casa di Wolfsburg, basata sulla piattaforma modulare MQB condivisa con gran parte delle 4×4 e crossover del Gruppo tedesco.volkswagenatlas-008Destinata a raggiungere le concessionarie d’oltreoceano durante la primavera 2017, la Atlas può contare su dimensioni importanti – in pieno stile USA – come testimoniano la lunghezza e larghezza di 5,04 e 1,98 metri, superiori rispettivamente di 24 e 4 cm agli ingombri della “cugina” Touareg. Yankee anche le motorizzazioni, dal momento che sotto il cofano pulsano un 4 cilindri 2.0 TSI (turbo a iniezione diretta della benzina) da 238 cv e un 6 cilindri a V 3.6 aspirato, alimentato sempre a benzina, da 280 cv. L’unica trasmissione disponibile è automatica a 8 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia, mentre la trazione integrale 4Motion è riservata alla sola versione top di gamma.volkswagenatlas-002Sotto il profilo estetico, la vettura – definita dalla Casa “la Volkswagen più grande e robusta mai assemblata in America” – s’ispira alla concept CrossBlue ed è corredata di gruppi ottici a LED. Massima attenzione è stata tributata all’accessibilità alla terza fila di sedili, mentre la strumentazione è interamente digitale, come ormai consuetudine per i nuovi modelli del Gruppo tedesco, e l’infotainment si fregia di alcune dotazioni hi-tech quali la connessione Wi-Fi, la piena compatibilità con gli standard Android Auto, Apple CarPlay e MirrorLink, oltre al sistema audio ad alte prestazioni Fender Premium da 480 Watt con dodici diffusori. Ricca la dotazione di sicurezza che include il cruise control adattivo, la frenata automatica d’emergenza, l’avviso d’ostacolo in corrispondenza dell’angolo di visuale cieco, il monitoraggio del traffico alle spalle dell’auto, la segnalazione di superamento involontario della linea di corsia, l’assistenza al parcheggio e l’arresto del veicolo dopo una collisione, così da scongiurare ulteriori danni. La nuova Atlas sarà prodotta nello stabilimento VW di Chattanooga, nello stato del Tennessee.volkswagenatlas-017