Volkswagen elettrizza Francoforte

La Casa tedesca svela le versioni definitive della city car e-up! e della media e-Golf. e-up! è l’utilitaria elettrica più efficiente sul mercato, irraggiungibile dalle rivali grazie a un’autonomia di 160 km. Percorrenza discreta per e-Golf, che si riscatta, però, in accelerazione

Ne hanno parlato. Sono state parzialmente svelate. I primi dati tecnici circolano da qualche mese. Ora è il momento del debutto ufficiale. e-Golf ed e-up!, versioni elettriche della berlina media e della city car di Wolfsburg, sono pronte a catalizzare l’attenzione degli automobilisti più sensibili a ecologia e riduzione dei costi chilometrici. Verranno mostrate in veste ufficiale durante il Salone settembrino di Francoforte, per entrare definitivamente a listino entro l’inizio del 2014. Un unveiling tutt’altro che scontato, a testimonianza di come la propulsione elettrica sia pronta a penetrare nella quotidianità. Non più relegata a prototipi tanto futuristici quanto lontani dalle strade di tutti i giorni, bensì abbinata a modelli di grande diffusione. Il futuro è adesso.

e-Golf, nel dettaglio, è mossa da un motore elettrico da 115 cv e 27,6 kgm di coppia. Analogamente alla vettura standard, la trazione è anteriore. Scatta da 0 a 100 km/h in 10,4”, mentre la velocità massima è autolimitata a 140 km/h. Prestazioni tutt’altro che disprezzabili, specie considerando che la più piccola Renault Zoe, forte di un propulsore da 88 cv e 22,5 kgm, non va oltre 13,5” e 135 km/h, mentre Nissan Leaf, mossa da un’unità da 109 cv e 25,9 kgm, si attesta a 11,5” e 144 km/h.

Tanta esuberanza, specie in accelerazione, si paga sotto il profilo dell’autonomia, dal momento che e-Golf può contare su 170 km dichiarati contro i 210 e 199 km appannaggio rispettivamente della rivale francese e nipponica. In compenso, il consumo medio si attesta a 7,9 km/kWh contro i 6,7 km/kWh di Leaf. Optando per un pacco batterie di maggiori dimensioni è possibile estendere il range di e-Golf a 190 km, allineando l’autonomia della media di Wolfsburg alle percorrenze appannaggio della concorrenza.

e-up! adotta un propulsore da 82 cv e 21,4 kgm, sufficienti per spingere la city car tedesca da 0 a 100 km/h in 12,4” raggiugendo una velocità massima di 130 km/h. In questo caso l’autonomia dichiarata è di 160 km. Prestazioni d’alto livello, specie considerando che Citroën C-Zero, e così le gemelle Mitsubishi i-MiEV e Peugeot iOn, non fanno meglio di 15,9”, 130 km/h e 150 km di percorrenza. Quanto a performance, e-up! soffre la concorrenza solamente di Smart Fortwo electric drive, accreditata di uno scatto da 0 a 100 km/h in 11,5” (10,2” per la versione Brabus) a fronte, però, di un’autonomia non superiore a 145 km e a una punta massima di 125 km/h (130 km/h per Brabus).

Con 8,6 km/kWh, e-up! conquista il titolo d’utilitaria elettrica più efficiente sul mercato. Nulla possono, a confronto, né la piccola Smart (6,6 km/kWh nella migliore delle ipotesi) né il trio C-Zero, i-MiEV e iOn, accreditato di 7,4 km/kWh. Sia e-up! sia e-Golf possono contare sui programmi di marcia Eco ed Eco+ per massimizzare l’autonomia, così come su 4 diverse modalità di recupero dell’energia in frenata. La ricarica delle batterie al litio può avvenire attraverso la comune rete domestica oppure mediante colonnine dedicate (optional), in grado di garantire l’80% d’energia in meno di 30 minuti.

Entrambe le vetture si caratterizzano per la carrozzeria 5 porte e la dotazione di serie decisamente ricca, al punto da includere climatizzatore automatico, sistema di navigazione con radio CD, parabrezza riscaldabile, luci diurne a Led e, per e-Golf, proiettori con la medesima tecnologia d’illuminazione.