Nuova Citroën C4 e le altre auto strane della storia

Le auto più “strane” della storiaNemmeno il tempo di svelarsi al mondo, ed ecco che la nuova Citroën C4 entra di diritto tra le auto “strane”. Quelle, cioè, che per vari motivi hanno fatto (o faranno discutere). La francese, infatti, ha già diviso nettamente il pubblico tra i favorevoli e i contrari. In attesa di capire quale sarà l’accoglienza riservata dal mercato, scopriamola insieme.nuova citroen-c4Fare concorrenza alla Volkswagen Golf (qui la prova della Golf 8) non è difficile, è quasi impossibile. Ci riescono, a turno, solo pochi fortunatissimi modelli. Negli ultimi anni, inoltre, questo genere di auto – le due volumi lunghe circa 4,3 metri – è insidiato sempre più da vicino dai SUV di pari dimensioni. Che fare, dunque? Se ti chiami Citroën puoi, e in un certo senso devi, osare.

DIFFERENZIARSI PER (PROVARE AD) AFFERMARSI

La nuova C4 risponde esattamente a questa logica. Guardare per credere. Difficile definirla uno Sport Utility in senso stretto: non è così alta da terra. Impossibile classificarla tra le coupé: primo perché le portiere posteriori ci sono, secondo perché l’altezza da terra è eccessiva.Allo stesso modo, però, non è questa una classica hatchback. Di che genere di auto si tratta, dunque? Di un po’ di tutto, di una vera Citroën per l’originalità delle forme, insomma. E che potrebbe non piacere a tutti, soprattutto nello sviluppo dei gruppi ottici e del lunotto, decisamente “forti”.

LA PRIMA CITROEN ELETTRICAnuova citroen-c4 elettrica

La Casa francese ancora non ha fornito dettagli in merito, ma il pianale dovrebbe essere lo stesso di DS3 Crossback e Peugeot 2008 (ma anche Opel Corsa e Peugeot 208). Di sicuro, comunque, la nuova C4 sarà la prima Citroën 100% elettrica (circa 300 km di autonomia e 136 cv di potenza). La variante a batterie, ovviamente, andrebbe ad affiancarsi a quelle a benzina e a gasolio.

DENTRO STUPISCE MENO

L’abitacolo della nuova C4 stupisce decisamente meno della sua carrozzeria. Sia chiaro: le linee sono moderne, con l’immancabile schermo piatto e touch che domina la plancia e le linee pulite come tratto caratteristico. Però è innegabile che fra l’esterno e l’interno sia il primo a lasciare a bocca aperta.

UN COMFORT MAI VISTO

Ciò che si sa è che la C4 conterà su sospensioni con tamponi idraulici (i componenti che fermano la sospensione in caso di fondo corsa), quindi più morbidi di quelli tradizionali. Ci saranno anche i sedili Advanced Comfort. Tutti gli altri dettagli li conosceremo il 30 giugno.

  1. Il SUV cabriolet, ancora
  2. La nobile che perde la testa
  3. La francese avanti, anche troppo
  4. La berlina più unica che rara
  5. Il SUV diventa coupé
  6. La MINI più piccola che ci sia
  7. La MINI per pochi intimi
  8. Una coreana asimmetrica…
  9. E la giapponese, asimmetrica