Volkswagen T-Roc: il futuro di SUV e crossover

La concept tedesca anticipa le future Sport Utility e crossover compatte di Wolfsburg. Mossa da un 2.0 TDI da 184 cv abbinato a un cambio DSG a 7 marce, promette una mobilità off road superiore alla media grazie a 4WD permanenti e 3 programmi di marcia

È un manifesto programmatico su quattro ruote. Un’anticipazione di come saranno le future crossover e SUV Volkswagen di dimensioni compatte.

T-Roc, questo il nome dell’inedita concept di Wolfsburg, è mossa da un 4 cilindri 2.0 TDI common rail da 184 cv e 380 Nm (38,8 kgm) di derivazione Golf GTD che lavora in abbinamento a una trasmissione DSG a doppia frizione a 7 rapporti. La percorrenza media si attesta a 20,4 km/l. Risultato degno di nota, specie qualora si consideri che la vettura è dotata di trazione integrale permanente 4Motion. Quest’ultima nello step più recente: non è infatti necessario lo slittamento delle ruote anteriori per generare la variazione di pressione sulle lamelle della frizione Haldex (di quinta generazione) determinando la ripartizione della coppia verso il retrotreno. È piuttosto prevista una specifica pompa elettrica che genera la variazione di pressione dell’olio necessaria per agire sulla frizione. In tal modo la distribuzione dei kgm avviene preventivamente alla perdita d’aderenza delle ruote anteriori.

Le modalità di marcia disponibili sono tre: Street, Offroad e Snow. Ogni configurazione influisce sulla ripartizione della coppia tra gli assali, l’erogazione del motore, la logica di gestione del cambio DSG, la soglia d’intervento dell’ABS, l’assistenza alla partenza in salita e la limitazione della velocità in discesa. Dotazioni tecniche che, abbinate alle protezioni sottoscocca sia all’avantreno sia al retrotreno, tradiscono una vocazione off road superiore alla media. I programmi di guida, nel dettaglio, sono opzionabili mediante un comando collocato lungo il pomello del selettore della trasmissione. L’abitacolo ha un’impostazione decisamente moderna, con la strumentazione e la climatizzazione integralmente digitali, mentre i comandi per la gestione delle opzioni d’infotainment sono delegati a un tablet che funge da display touchscreen e visualizzatore delle immagini riprese dalle telecamere.

Omologata per 4 persone e dotata di rivestimenti in pelle, vede la strumentazione, come accennato integralmente digitale, adattarsi al programma di marcia selezionato. Sia quanto a colorazione degli indicatori, sia quanto a informazioni riportate. Il fondo scala del tachimetro, ad esempio, passa dai 260 km/h della configurazione Street agli 80 km/h della modalità Offroad. Altrettanto raffinata la climatizzazione, regolabile in funzione della persona, ovvero in base alla temperatura effettivamente percepita dalle singole parti del corpo: l’impianto adatta automaticamente non solo raffreddamento/riscaldamento dei flussi, ma anche orientamento e ripartizione. T-Roc è la Sport Utility del futuro.