Volkswagen up! GTI, piccola peste da 115 CV

Le dimensioni strizzate e la potenza riportano alla mente la prima Golf GTI. E c'è anche lo stile giusto, mai "urlato". Per un mix che stuzzica

26 gennaio 2018 - 17:01

Non dev’essere stato facile, per le tre (magiche) letterine, spostarsi dalla Golf. Ma la Volkswagen up! GTI ha tutte le carte in regola per riportare alla mente sensazioni che solo la sorella maggiore, fino ad oggi, ha saputo regalare agli amanti del genere. A cominciare, naturalmente, dal look.


LETTERE DISTINTIVE
Come da tedesca tradizione, la Volkswagen up! GTI non diventa troppo volgare. Compaiono cerchi in lega da 17″ con superficie tornita a specchio, discreti (ma immancabili) filetti rossi su calandra e portellone (nero), calotte specchi nere e cristalli posteriori bruniti. I più attenti si accorgeranno anche dell’assetto leggermente ribassato (circa -15 mm).


PIU’ TARTAN PER TUTTI
Volante tagliato in basso con scritta GTI e sedili in iconico tessuto scozzese: i richiami alla tradizione della Volkswagen up! GTI sono forti. Manca solo il pomello cambio a pallina da golf, che qui però a ben guardare sarebbe stato fuori luogo. Ci si consola con impianto audio con dock per smartphone e sei altoparlanti, display multifunzione a colori e presa USB inclusi. Ma anche con i sedili anteriori riscaldabili, il cruise control e i sensori di parcheggio posteriori. Tutto di serie.


BEL PEPERINO
Fra la prima Golf GTI del 1976 e la Volkswagen up! GTI ci sono 42 anni di differenza, ma le dimensioni (si vede anche ad occhio nudo) e la potenza sono molto simili. Il tre cilindri TSI a benzina da 999 cc che muove la up! al peperoncino eroga infatti 115 CV fra i 5.000 e i 5.500 giri, conditi con 200 Nm fra i 2.000 e i 3.500 giri e un cambio manuale a 6 marce. All’epoca, la Golf sviluppava 110 CV dal suo quattro cilindri 1.6 aspirato con iniezione Bosch K-Jetronic. Sembrava un mostro….


NUMERI INTERESSANTI
Il tutto per prestazioni di tutto rispetto: la Volkswagen up! GTI accelera da 0 a 100 km/h in 8,8 secondi, raggiungendo una punta massima di 196 km/h. Senza dimenticare carreggiate allargate di 8 mm, sterzo elettromeccanico con taratura specifica e dispositivo che riproduce in abitacolo il rombo del motore. Divertimento sì, ma sostenibile: la up! GTI è una delle prime Volkswagen a montare il filtro antiparticolato dedicato ai motori benzina, rientrando così nella normativa Euro 6. Con consumi contenuti, misurati secondo un nuovo metodo – più realistico, dicono da Wolfsburg: 5,7 l/100 km in media. Il prezzo? La Volkswagen up! GTI costa 17.400 in versione tre porte e 17.900 euro a cinque aperture.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Audi RS6 tre quarti anteriore

Nuova Audi RS6 Avant, più potente della Lamborghini Huracan

tutor attivi controesodo

Tutor attivi per il controesodo. Ecco su quali autostrade e da quando

Fiat Concept Centoventi, frontale, Salone di Ginevra 2019

Fiat Centoventi, 500 elettrica e le altre novità Fiat in arrivo