Golf GTI GTE GTD

Volkswagen Golf GTI, GTE e GTD: tre modi di essere sportiva

Turbobenzina, ibrida plug-in e turbodiesel: ecco le Golf più sportive della gamma. In attesa della R...

28 febbraio 2020 - 16:31

Golf GTI, il mito si rinnova con la generazione 8. “Minacciato”, però, dall’ibrida plug-in GTE di pari potenza: 245 cv. E se siete orientati all’acquisto di una Golf sportiva, sappiate che a complicare la scelta c’è anche la GTD, ovvero la turbodiesel da 200 cv. Sì perché Volkswagen, così come ha fatto Cupra con la Leon, ha declinato le 3 versioni più sportive della propria compatta e le ha presentate tutte insieme.

GTI, SIMBOLO DI SPORTIVITÀ DAL 1976

Non si può non partire dalla GTI, sinonimo di compatta sportiva dal 1976. Da allora, la potenza è schizzata da 110 a 245 cv. Ancora più grande è il passo in avanti in termini tecnologici: cambio DSG a 7 rapporti, illuminazione a led, i più avanzati sistemi di assistenza alla guida e connettività con l’infrastruttura. Confermati l’assetto a regolazione elettronica DCC e la funzione XDS dell’ESP, che emula il differenziale autobloccante.

DA O A 100 KM/H IN 6 SECONDI

Le prestazioni? 250 km/h di velocità massima, 6 secondi per lo 0-100 km/h. Dal punto di vista estetico, la GTI conferma la tradizione: niente eccessi. La distinguono dunque, principalmente, il paraurti anteriore specifico, la griglia a nido d’ape e il diffusore GTI con terminali di scarico sui lati.

FINO A 60 KM IN ELETTRICO PER LA GTEe

Gli scarichi sono invece occultati, di proposito, sulla GTE, per enfatizzare le emissioni zero (locali) quando si parte con la batteria carica. Tecnicamente, l’ibrida plug-in abbina il 4 cilindri 1.4 turbobenzina da 150 cv e un motore elettrico-alternatore da 115 cv, per una coppia totale di 400 Nm. Fra questi e le ruote lavora il cambio DSG a 6 marce.

Soprattutto, rispetto alla vecchia GTE, è stata aumentata la capacità della batteria, che tocca ora i 13 kWh. L’autonomia elettrica arriva così a 60 km (dichiarati). Quanto alle prestazioni, 225 km/h di punta e meno di 7 secondi per lo 0-100 km/h.

200 PER LA SPORTIVA A GASOLIO

Altro pezzo di storia – debutta nel 1982 – è la GTD. Rispetto ai 70 cv di 38 anni fa, oggi siamo a quota 200, per 400 Nm di coppia. Quanto basta per toccare i 244 km/h di punta per uno 0-100 km/h in 7 secondi. Il tutto, nel massimo rispetto dell’ambiente, grazie, tra le altre cose, alla doppia iniezione di AdBlue. Per la GTD, il tratto distintivo è il doppio scarico, ma sul lato sinistro.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Michelin Swimrun

Michelin, le performance che durano. Anche ai piedi degli swimrunners

BMW Group, crescono i veicoli elettrificati

Peugeot sconta 9.000 euro, senza rottamazione