Nuova Volkswagen Golf 8, la prova

Prova Volkswagen Golf 8 1.5 eTSI – VIDEO-

Infinitamente più tecnologica, inconfondibilmente Golf. Basterà per tornare la regina delle vendite?

6 dicembre 2019 - 13:11
Motore:
1.498cc
Consumo medio:
n.d.
Prezzo:
da 25.750 euro (1.0 TSI)

 

Nuova Volkswagen Golf 8, vecchi luoghi comuni: ”E’ uguale a prima”. “Questa macchina non cambia mai”. “Dove sarebbe la novità?”. Poi, però, guardi le classifiche di vendita europee degli ultimi 45 anni e lei è sempre lì, se non in prima posizione assoluta, a poca distanza. Insomma, un motivo ci sarà se la Golf è “LA” Golf. E adesso vediamo, nella guida su strada, cosa cambia tra la 7, e questa, la Golf 8. E cerchiamo di capire, attraverso 5 novità e qualche conferma, se il regno può continuare.

Il mercato vuole i SUV

Per onestà intellettuale è bene fare una premessa: gli anni d’oro per la Golf sono finiti. Sì perché se di dubbi sul fatto che scalerà le classifiche ce ne sono pochissimi, anzi nessuno, è altrettanto vero che la certezza di prendersi il primo posto in Europa non ce l’ha più. “Colpa” dei SUV, ovviamente. Una moda a cui anche Volkswagen, in quanto azienda commerciale, non si è certo sottratta, fra T-Cross, T-Roc, Tiguan e Touareg.

Golf 8 “vs” Golf 7: eppure sono diverse

Prima novità, il design. Sì, avete letto bene. Solo a uno sguardo superficiale, Golf 8 e Golf 7 (nella foto qui sopra) potrebbero risultare uguali. Partiamo dai fari anteriori, che sulla nuova, oltre a essere meno sviluppati in altezza, si allungano al di sotto della linea del cofano, nel paraurti. All’opposto della 7. E poi il cofano motore, che è diventato decisamente più piatto. Dietro, cambia la forma del portellone, più largo sotto per facilitare il carico, mentre i fari sono più sottili come quelli anteriori, per accentuare la sensazione di larghezza. Molto più simile tra “7” e “8”, questa sì, la forma della fiancata.

Connettività al potere

Seconda novità, l’interno. Beh, nella Golf 8 si entra in un altro mondo. Un mondo in cui gli schermi prendono il sopravvento su tutto. Guardate le bocchette del clima. Non ci sono dubbi sul fatto che la portata d’aria sia adeguata al volume dell’abitacolo, ma visivamente sembrano sacrificarsi per far posto al tablet che sta sopra di loro e che può arrivare ai 10 pollici dell’Innovision Cockpit lanciato sulla Touareg. E’ sempre da 10,25 pollici, invece, lo schermo che sostituisce la classica strumentazione e che si può personalizzare al 100%: si può scegliere di visualizzare la mappa, oppure tachimetro e contagiri, oppure le informazioni di viaggio, ecc..

Commenta per primo