Colnago E64 particolare tubo verticale e pulsante accensione

Colnago E64, nuova energia

Il progetto E64 diventa realtà e proietta Colnago nel mondo della pedalata assistita. Lo fa con una bicicletta di fascia alta, da 11,9 kg, equipaggiata con motore nel mozzo posteriore.

2 aprile 2019 - 14:49

Finché ci sarà acqua nei fiumi, esisterà la bicicletta da corsa. Il mondo va avanti, non lo fermi e noi dobbiamo stare al passo con i tempi” Con queste parole Ernesto Colnago ha fatto il suo ingresso nel mondo delle e-road.

L’ASSISTENZA PESA POCO

La E64 ha fra le sue doti il peso contenuto: soltanto 11,9 kg, batteria compresa. Un risultato raggiunto soprattutto grazie alla power unit realizzata da Ebikemotion: il peso del motore Hub Drive M1, collocato nel mozzo posteriore e in grado di sviluppare una potenza di 250 W, è di soli 3,7 kg, abbinato a una batteria di tipo integrato nel tubo obliquo. La soluzione scelta da Colnago, perseguita anche da Case come Bianchi e Wheeler, consente anche di mantenere una grande pulizia di linee e un look che poco si discosta da quello delle biciclette tradizionali.

ISPIRATA ALLA TOP C64

Il design della E64 si ispira al modello top di gamma C64, della quale riprende le geometrie, ma se ne discosta per i materiali e la costruzione: adotta infatti un telaio in fibra di carbonio monoscocca invece della soluzione con congiunzioni (che caratterizza anche la C60). La E64 è disponibile in due configurazioni, entrambe caratterizzate dall’adozione dell’impianto frenante idraulico a disco: la più pregiata ha trasmissione Shimano Ultegra Di2 (elettronico), ruote in fibra di carbonio a profilo alto e costa 6.900 euro; se si opta per lo stesso gruppo in versione meccanica e ruote in fibra di carbonio a profilo medio, si scende a 4.950 euro.

IL CUORE SCEGLIE LA POTENZA

Le modalità di assistenza sono tre, selezionabili agendo sul pulsante luminoso collocato sul tubo orizzontale. Con questo comando si può accendere e spegnere il sistema e verificare lo stato di carica della batteria. Grazie però all’App creata ad-hoc da Ebikemotion, indossando una fascia cardio sarà il motore stesso a variare il livello di assistenza, basandosi su un valore di soglia deciso e impostato dall’utilizzatore. Inoltre, a breve, sarà disponibile anche un power pack aggiuntivo in grado di fornire altri 250 W che si potrà posizionare sul tubo verticale, come una seconda borraccia.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

T°RED Horkokhan, stayer del XXI secolo

Milano Bike City 2019

rh+, dalla testa ai piedi