Cinelli Zydeco Electric Mud, e-roica

Come le sorelle senza motore, anche le e-Gravel stanno facendo parlare. Ne abbiamo pedalato una alla Nova Eroica per capire quanto siano già mature.

TEMPUS FUGIT

Sono passati trent’anni da quando Cinelli presentò la Passatore, che possiamo considerare un po’ la mamma di tutte le Gravel. Oggi, lanciando la Zydeco Electric Mud, Cinelli esce da quel ruolo pionieristico che tanto le appartiene, ma entra in un mercato (quello delle e-Gravel) già popolato, seppure ancora acerbo. Lo fa con un prodotto di alto livello, con telaio in fibra di carbonio e motore alloggiato nel mozzo posteriore, soluzione che ha il minor impatto estetico. Si tratta della power unit Mahle Ebikemotion X35, con batteria da 250 Wh integrata nel tubo obliquo (non amovibile) e motore da 250 W e 40 Nm di coppia.
In più, la versione preparata per la Nova Eroica, era dotata di range extender (batteria ausiliaria) da 210 Wh alloggiato nel porta borraccia del tubo sella. L’idea era infatti quella di percorrere l’itinerario di 85 km con circa 1.900 m di dislivello e quindi mi è sembrato saggio prevenire piuttosto che curare…

SI PUÒ FARE…

POTENTI MA NON TROPPO

COME VA

AUTONOMIA DA VENDERE

SCHEDA TECNICA

foto Martina Folco Zambelli/HLMPHOTO