Garmin Rally, la potenza è nei pedali

Garmin ha presentato la sua nuova famiglia di pedali per la misurazione della potenza, sia per la strada sia per la mountain bike. Progettati con il sensore integrato nel mandrino, assicurano una misurazione precisa e affidabile durante ogni allenamento o competizione.

Watt e potenza sono vocaboli ormai presenti nelle discussioni fra ciclisti, non importa di che disciplina. E tra i principali soggetti che hanno contribuito alla diffusione di questa cultura tecnica c’è Garmin, che ha appena presentato la nuova serie di sensori di potenza Rally. Oltre ai valori di potenza, i nuovi pedali sono stati progettati per misurare la cadenza e per analizzare tutte le dinamiche avanzate come bilanciamento gamba destra/sinistra, power phase e altri dati di interesse per tutti gli stradisti, i biker e gli appassionati del Gravel. Per sviluppare la famiglia Rally sono stati coinvolti oltre 100 tester di varie discipline, che hanno pedalato in ogni condizione possibile, per un chilometraggio complessivo pari a cinque volte il giro intorno alla Terra. I nuovi misuratori Rally RK, Rally RS e Rally XC offrono compatibilità con attacchi Look Keo, Shimano SPD-SL e Shimano SPD, per pedalare su strada e fuoristrada.

Tre modelli, una passione

I sensori di potenza Rally hanno il sensore integrato nel mandrino e sono disponibili in tre diverse versioni, due per il ciclismo su strada e uno per il ciclismo off-road. Ciascuno di essi è disponibile in due varianti: con rilevazione a doppio pedale (200) e rilevazione singola (100): Rally RK100 / RK200 e Rally RS100 / RS200 per il ciclismo su strada (compatibili i primi con tacchette Look Keo e i secondi con tacchette Shimano SPD-SL), Rally XC100 / XC200 per il ciclismo off-road (compatibili con attacchi Shimano SPD).

Doppia potenza

Con i pedali a doppio sensore Rally RK200, RS200 e XC200 è possibile analizzare in modo indipendente i valori espressi dalla gamba destra e sinistra, così da intervenire in caso di necessità. Hanno la capacità di misurare la cadenza, la potenza, il bilanciamento gamba destra/sinistra e le dinamiche di ciclismo avanzate, mostrando come e dove è prodotta maggiormente la potenza, e aiutando ciclisti e biker a intervenire sui loro punti di debolezza. Un’altra analisi che i nuovi pedali Garmin consentono riguarda il tempo trascorso pedalando seduti e in piedi, mostrando così l’efficacia delle due posizioni. Infine, i sensori Rally consentono di misurare con precisione in che punto del piede è applicata più forza, e quindi potenza, così da poter suggerire un miglior posizionamento delle tacchette.

Indoor Training

Il crescente ricorso all’allenamento indoor ha avvicinato numerosi ciclisti alla conoscenza del proprio valore di potenza in modo più o meno preciso poiché, a seconda del modello di smart trainer utilizzato, si può rilevare anche questo parametro. Coloro che vogliono avere un dato di valutazione super preciso, possono associare il dato di potenza dei Rally via protocollo Bluetooth oppure ANT+ ai programmi interattivi di eTraining come Tacx Training app o altri.

Potenza a rilevazione singola

Garmin offre una soluzione entry-level alla rilevazione della potenza con i modelli a singolo sensore Rally RK100, RS100 e XC100, che leggono esclusivamente la potenza istantanea, quella media, quella massima e la cadenza. Qualora l’utente decidesse successivamente di passare a un sistema a doppio sensore, potrà farlo acquistando un secondo pedale con rilevatore di wattaggio integrato.

I nuovi sensori di potenza sono associabili ai ciclocomputer della linea Edge (dove compatibili) e all’app Garmin Connect, tramite cui è possibile scaricare tutti i dati registrati, analizzarli e compararli tra loro, per pianificare i propri allenamenti in modo ancora più accurato ed efficiente. Possono interfacciarsi con le piattaforme di allenamento indoor più popolari, come l’app Tacx Training, oppure quelle di Zwift e TrainerRoad.

Praticità e lunga durata

I sensori di potenza Rally si montano come qualsiasi altro pedale, e possono essere quindi trasferiti da una bici all’altra. Inoltre, per permettere a coloro che allenano su strada e fuori strada, Garmin ha progettato per Rally un mandrino che li renda facilmente trasferibili su diversi corpi pedale con un apposito kit. I nuovi sensori di potenza Rally sono dotati di una batteria con durata fino a 120 ore.

Modelli a singolo sensore
– Rally RK100 / RS100: 649,99 euro
– Rally XC100: 699,99 euro

Modelli a doppio sensore
– Rally RK200 / RS200: 1.099,99 euro
– Rally XC200: 1.199,99 euro