Molti avrebbero voluto vedere una Foxy con ruote da 29″, così da renderla più versatile ed esasperarne la capacità di tritare tutto ciò che le passa sotto, sia in salita sia in discesa. Detto, fatto. La Foxy Carbon 29 è arrivata, ma sbaglia che pensa che ci sia stato solo un banale cambio ruote perché alla base del progetto c’è molto di più.

STESSO NOME, NUOVO PROGETTO

Versatilità. Questa la parola d’ordine che ha guidato il lavoro dei progettisti spagnoli, che hanno ridisegnato telaio, sospensione e geometrie… Il triangolo è ora più stilizzato, realizzato con tubi di sezione inferiore e caratterizzato da un top tube schiacciato (profilo studiato per ottimizzare rigidezza e contenere i pesi), mentre il nuovo carro ha i foderi rinforzati e irrigiditi. Foderi che sono più contenuti (435 mm), grazie alla configurazione standard della trasmissione 1×12.
Il passaggio cavi è interno, con tecnologia HHG (Hidden Housing Guide, guide nascoste all’interno), per cambio, freno e reggisella telescopico.
Il processo di costruzione è lo Stealth Air brevettato da Mondraker, così come la sospensione Zero (due leveraggi che comprimono l’ammortizzatore da ambo le estremità), modificata in funzione delle ruote da 29″ con infulcri riposizionati per ottenere una risposta agli impulsi più immediata e un lavoro della sospensione quanto più svincolato dalla pedalata. Il mono (Fox DPX2 o FoxDHX2) è ora metrico, con montaggio trunnion e funzionamento personalizzato, i perni sono oversize da 15 mm con cuscinetti Enduro. Dotato di un paraspruzzi amovibile, ha escursione di 150 mm.
Sempre in ambito sospensioni, la forcella (da 160 mm di escursione) è caratterizzata da un offset ridotto a 44 mm che si sposa alla perfezione con la geometria Forward, un’altra peculiarità Mondraker. Questa soluzione è motivata dalla ricerca di una maggior stabilità in velocità, del controllo sull’avantreno e del grip sulla ruota anteriore.

GEOMETRIA PERSONALIZZABILE

Mondraker la chiama Forward Geometry ed è ormai la tendenza in ambito Trail/Enduro. Si tratta di una geometria caratterizzata da top tube (e di conseguenza front/center) più lunghi, attacco manubrio e foderi dalle misure contenute, perno ruota anteriore più avanzato e ne consegue anche un incremento dell’interasse. Obiettivo è ottenere maggior feeling sul tecnico, stabilità e trazione sia in salita sia in discesa. I benefici si sentono anche in curva, dove l’avantreno più caricato garantisce maggior grip.
In una parola:miglior controllo della bici.
Nel caso della Foxy, l’angolo sterzo è modificabile dai 66° di serie a 65° per assecondare le esigenze dei biker e le condizioni del percorso.

BICI COMPLETA O FRAME KIT

La nuova Foxy Carbon 29 è disponibile come frame kit nelle due versioni XR (con mono Fox DHX2 Factory, peso di 3,25 kg in taglia M) e R (mono Fox DPX2 Factory, peso di 2,98 kg) e in tre allestimenti completi, che differiscono per sospensioni, trasmissione, freni e ruote: XR (13,42 kg in taglia M), RR (13,56 kg) e R (13,94 kg).