Monopattini elettrici, decalogo per una guida consapevole

Incentivi statali e società di sharing hanno definitivamente sdoganato i monopattini elettrici. Ma come ogni nuova fase di un processo evolutivo, questo sviluppo della mobilità urbana porta con sé qualche malcontento.

Preceduti da polemiche quando il Governo ne ha incentivato l’acquisto attraverso il “bonus mobilità”, i monopattini elettrici si sono presi una fetta delle strade delle città, grazie anche ad alcune realtà di sharing. Dalla loro parte c’è la capacità di combinare piacevolezza d’uso, comodità e senso di libertà, per contro la convivenza con gli altri utenti della strada (e dei marciapiedi), non è sempre facile.
I monopattini elettrici rappresentano ancora una novità nello scenario urbano e sono dunque alla ricerca di una precisa collocazione, anche in ambito legislativo. Sono una forma innovativa e moderna di micromobilità e dunque, per essere usata correttamente e nel rispetto di tutti gli utenti della strada, richiede una serie di accortezze e di attenzioni specifiche.

Istruzioni per l’uso

Ecco un decalogo delle regole di comportamento e suggerimenti per muoversi con questi mezzi in sicurezza.

  1. Il monopattino elettrico può essere utilizzato esclusivamente da soggetti che abbiano compiuto almeno 14 anni di età. Alcune società di sharing, per garantire la sicurezza dei propri utenti, richiedono un’età minima di 18 anni per poter accedere al noleggio.
  2. Fino al compimento del diciottesimo anno di età è obbligatorio indossare il casco. Per una maggiore sicurezza, è consigliabile usarlo sempre
  3. È vietato andare in due
  4. Il limite di velocità è di 25 km/h. Nei percorsi ciclopedonali, nelle aree pedonali e nelle aree verdi la velocità massima consentita è di 6 km/h, con un’estrema attenzione ai pedoni
  5. Si può circolare su tutto il territorio comunale nelle strade con limite a 50 km/h, sulle strade extraurbane (solo su pista ciclabile) e sulle strade ciclabili. Non sui marciapiedi. È consentito il transito nelle Zone a Traffico Limitato e nelle strade pedonali, dove la segnaletica lo prevede o non sia espressamente vietato. È invece vietato in alcune corsie riservate ai mezzi di trasporto pubblico, dove lo spazio non è sufficiente a garantire la loro sicurezza
  6. La sosta è consentita negli stalli di sosta dedicati alle biciclette o a lato strada, dove non sia espressamente vietato. I mezzi non devono intralciare la circolazione di pedoni e di altri veicoli né sul marciapiede né sulla carreggiata
  7. Non guidare sotto la pioggia battente o con la neve
  8. È vietato guidare in stato di ebbrezza
  9. In tutti i casi di scarsa visibilità, i conducenti devono indossare il giubbino o le bretelle retroriflettenti, mentre i monopattini devono avere le luci anteriore e posteriore accese
  10. I conducenti devono sempre procedere su un’unica fila. Devono avere libero l’uso delle braccia e delle mani e reggere il manubrio sempre con entrambe le mani, salvo che non sia necessario segnalare la manovra di svolta