Val di Sole, edizione record dei Mondiali di MTB

Ormai una consuetudine, i Campionati del Mondo di MTB tornano in Val di Sole dopo l’anno della pandemia. La nostra Bike Land ospiterà ben sei discipline e potrà diventare terreno di rivincita per gli azzurri, dopo la delusione delle Olimpiadi.

Quella in programma dal 25 al 29 agosto a Daolasa di Commezzadura (Trentino) sarà non solo la terza edizione dei Campionati del Mondo di Mountain Bike in Val di Sole, ma il segnale più tangibile della ripartenza di un territorio verso la normalità dopo una stagione difficile.
Sarà un’edizione da record per la rassegna iridata in Trentino, che assegnerà per la prima volta nella storia dei Mondiali di MTB, titoli di sei discipline diverse: Downhill, Cross Country, Team Relay, Cross-Country Short Track, eMTB e Four-Cross. E sarà anche l’occasione per i nostri atleti di riscattarsi dalla delusione delle Olimpiadi, concluse senza nemmeno un azzurro nella top ten delle diverse gare.

L’arcobaleno e l’acqua

Quelli in Val di Sole saranno Mondiali di MTB nel segno dell’acqua, simbolo di un territorio che fa della sostenibilità una ragione di vita. Proprio l’elemento dell’acqua, oltre a caratterizzare il logo iridato, è protagonista del nuovo video di lancio dei Campionati del Mondo, realizzato dal regista trentino Joe Barba. Acqua e Mountain Bike si confrontano, si incontrano e si rincorrono nella bellezza della Val di Sole, energia di un territorio del cui DNA sono parte integrante. Dall’acqua risplende anche l’arcobaleno, simbolo dei Campionati del Mondo, che in questo momento storico diventa anche un messaggio di rinascita dopo la stagione dello stop e della pandemia. Una delle immagini simbolo di quel periodo difficile arrivò anch’essa dalla Val di Sole: quella di Fiammetta Melis, la giovane studentessa della Val di Sole le cui immagini di didattica a distanza dai pascoli in alpeggio hanno fatto il giro del mondo. Ed è proprio Fiammetta la protagonista delle ultime immagini del video: finalmente è tempo di chiudere il laptop, alzare gli occhi e tornare a vivere. È tempo di Mountain Bike, è tempo di Mondiali.