Prova Canyon Strive AL 8.0

160 mm di escursione e 13,9 kg di peso: se siete alla ricerca della “bici totale”, divertente in discesa ma pedalabile in salita, la Canyon Strive merita certamente un pensiero. Si acquista su Internet a 2.699 euro

La disciplina dell’enduro sta riscuotendo sempre più successo tra i bikers: lo dimostrano i dati delle vendite degli ultimi anni, ma anche il numero delle gare di super enduro, in costante aumento anche in Italia. Uno dei principali motivi del successo è che queste bici sono molto divertenti in discesa e allo stesso tempo vantano pesi contenuti, che consentono di stare in sella e pedalare su quasi ogni tipo di salita.

Tutto ciò le rende non solo adatte agli agonisti che devono dare il massimo nelle discese delle prove speciali e non perdere troppo tempo nei trasferimenti in salita, ma anche versatili per escursionisti e “biker della domenica” che vogliono vivere la mtb a 360°. Non ci siamo allora fatti sfuggire l’occasione di testare l’enduro Canyon, la Strive, in un bike park ricco di salti e discese tecniche, raggiungendo prima la vetta con le nostre gambe e stando in sella. Facciamo un passo indietro.

LO SCATOLONECanyonStrive2013036

È sempre un’emozione ricevere e aprire lo scatolone con la bicicletta che “profuma” di nuovo: Canyon non si avvale, infatti, di negozi né distributori ma vende direttamente via Internet, recapitando a casa del cliente la bici ordinata. Nel pacco, oltre alla bici, troviamo i manuali di tutti i componenti Strive (Shimano, Avid, Fox, oltre a quello Canyon ovviamente), una pompa per gli ammortizzatori e una chiave dinamomentrica per serrare la leva freno posteriore, unica operazione da compiere, oltre al montaggio ruote, prima di poter salire in sella.

La Strive è elegante ed aggressiva: merito della linea sinuosa del tubo orizzontale del telaio (in alluminio idroformato) e del colore, alluminio naturale ricoperto solo da una vernice protettiva trasparente. Per il resto è come ce la immaginavamo: manubrio largo e attacco corto, tipico delle bici con propensione alla discesa. Sulle ruote (SUN Ringlé Charger Expert), da 26” nonostante alcune azienda stiano cominciando a proporre le 29” da enduro, sono montate due gomme di larga sezione Maxxis da 2,5 davanti e 2,4 dietro.

L’equipaggiamento della 8.0 è di tutto rispetto, dai freni Avid X0 Trail al gruppo Shimano Deore XT 2 X 10, fino alle sospensioni Fox CTD: tutto questo al prezzo di 2.699 euro che, grazie alla vendita on line, riesce a essere inferiore a quello di molte blasonate concorrenti. La gamma Strive tuttavia è molto ampia e va dai 2.299 euro della Strive 7.0 ai 3.799 della 9.0 Race, che monta il gruppo Sram XX 1 x 11 e freni Avid Carbon (e pensa 1 kg in meno della 8.0 della nostra prova).

160

CanyonPhoto:SimonPalfrader©redlive.iQuesta cifra è ben impressa sul leveraggio dell’ammortizzatore posteriore e indica i millimetri di escursione sia della ruota posteriore sia di quella anteriore. La forcella è marchiata Fox, è ad aria e misura 34 mm di diametro; la sua corsa si può ridurre da 160 a 120 mm, ad esempio per essere più performante in salita. È regolabile sia in estensione sia in compressione: quest’ultima su tre livelli, sintetizzabili nella sigla CTD.

“Climb” attiva l’impostazione più rigida della compressione alle basse velocità, per avere la massima efficienza della pedalata; “Trail” attiva impostazione moderata della compressione alle basse velocità, per avere un mix di guidabilità ed efficacia pedalata; “Descend” è l’impostazione della compressione alle basse velocità completamente aperta, per assorbire gli urti più violenti sulle discese ripide. L’ammortizzatore posteriore, sempre Fox, funziona secondo il medesimo schema CTD e propone anche un pratico meccanismo per settare il sag (cioè il precarico statico).

SMOOTH

CanyonPhoto:SimonPalfrader©redlive.iNonostante la linea aggressiva la Strive si dimostra “morbida” e amichevole sin dal primo contatto. La sensazione che ci ha accompagnato durante tutta la prova, e che a nostro avviso caratterizza maggiormente questa bici, è la sua fluidità: mai nervosa, le sue reazioni sono sempre prevedibili e questo rende la guida davvero molto piacevole. Questa fluidità, insieme al rapporto che arriva sino al 22/36, consente a questa bici di essere quasi sempre pedalabile in salita, anche se i 14 kg di peso sui tratti più ripidi si fanno sentire.

La stessa fluidità rende la Strive stabile e sicura sui tratti in discesa caratterizzati da radici o pietre, situazione in cui si apprezza anche il lavoro delle sospensioni, che copiano bene e non sono mai brusche nelle reazioni. Nei tratti in piano e nelle discese guidabili la Strive si dimostra molto efficace: il merito è soprattutto dell’angolo di sterzo non molto disteso e dell’interasse contenuto, che la rendono molto reattiva, oltre che del baricentro basso – dovuto al posizionamento e alla geometria della sospensione posteriore – che contribuisce a renderla maneggevole e rapida nei cambi di direzione.

Nei curvoni, poi, le “gommone” da 2,5 e 2,4 rendono la Strive stabile e sicura in appoggio, anche alle alte velocità. I freni Avid inoltre sono ben modulabili e forse più potenti del necessario.Le scelte delle geometrie da parte di Canyon, se da un lato la rendono molto guidabile e reattiva, dall’altro ovviamente obbligano la Strive a pagare qualcosa in termini di stabilità e questo si avverte soprattutto sulle discese più impegnative caratterizzate da ostacoli molto alti.

Inoltre l’angolo formato dai foderi è molto stretto (dato che l’ammortizzatore è posizionato piuttosto in basso) e questo inevitabilmente influenza la rigidità del carro posteriore, che sulle sollecitazioni più intense potrebbe perdere un po’ di efficacia. Stiamo comunque parlando di discese particolarmente tecniche e impegnative e bisogna ricordare che la Strive non è una bici da downhill. Vi sembra dunque una possibile candidata al titolo di “bici totale”? Ovviamente dipende da ciò che cercate, ma noi abbiamo trovato la Strive duttile e multiforme: un ottimo compromesso tra il divertimento in discesa e il piacere di affrontare in sella ogni tipo di salita.

Scheda tecnica

  • Telaio Canyon Strive AL
  • Ammortizzatore posteriore Fox Float CTD Performance BV
  • Forcella Fox 34 TALAS CTD Adjust FIT Factory
  • Serie sterzo Cane Creek Serie 40
  • Cambio Posteriore Shimano XT Shadow Plus SGS RD-M786 10s
  • Deragliatore Centrale Shimano Deore XT
  • Guida catena e.thirteen LG1
  • Cambio Shimano Deore XT RapidFire Plus
  • Leve freno Avid Elixir 7
  • Freni Avid X0 Trail
  • Mozzi SUN Ringlé Charger Expert
  • Cassette Shimano Deore XT 11-36 10-speed
  • Cerchi SUN Ringlé Charger Expert
  • Coperture Maxxis Minion DHF EXO 2.5 / Ardent EXO 2.4
  • Pedivelle e.thirteen TRS double crank
  • Corone 36/22
  • Movimento Centrale Shimano Deore XT
  • Attacco manubrio Race Face Ride
  • Manubrio Race Face Race Face Evolve 3/4 RISER
  • Manopole Ergon GA-1
  • Sella SDG Duster Custom
  • Reggisella RockShox RS Reverb Stealth
  • Taglie telaio S, M, L
  • Colore blue ice; snow forest
  • Peso 13,90 kg

Incluso nella confezione:

  • chiave dinamometrica
  • pompa ammortizzatore
  • paratelaio Canyon
  • manuale Canyon MTB