Taurus, la bici più veloce del mondo

Si chiama Taurus, è stata creata dal Politecnico di Torino e si è aggiudicata la vittoria nel World Human Powered Speed Challenge. Ai pedali, Andrea Gallo.

3 aprile 2019 - 16:51

In the middle of nowhere” dicono gli americani, nel mezzo del nulla. Una descrizione che calza a pennello per Battle Mountain, un luogo sperduto in mezzo al deserto del Nevada, insignificante per la maggior parte dell’umanità, irresistibilmente affascinante per gli adepti di una setta che abita un’ala del Politecnico di Torino

Seguaci di un guru che si chiama Andrea Gallo e veste solo colorate tutine di lycra, sono votati al perseguimento della velocità assoluta, della pedalata rotonda e della penetrazione aerodinamica. Venerano la leggerezza delle fibre composite, la nobiltà del titanio e la fredda precisione dell’elettronica. Questa setta, composta da 40 fra ingegneri e ricercatori, è nata nel 2009 e ha un nome – Policumbent – risultato dalla fusione di “Politecnico” e “Recumbent”: la fonte del sapere e ciò che vi si bagna.
Gli affiliati del Policumbent si riuniscono ogni giorno, al calar delle tenebre, nel laboratorio del Dipartimento di Meccanica, dove sono sottoposti a sedute di educazione tecnica, di studio e disegno di soluzioni innovative e approccio allo sport, con la missione di progettare, realizzare e guidare veicoli a propulsione umana.

(foto HLMPHOTO)

Commenta per primo