Benelli TRK 800, la crossover ambiziosa

La Casa di Pesaro presenta a EICMA la nuova punta di diamante della famiglia TRK. Dotata di ruote da 17 e 19 pollici e di un motore da 76,2 CV, sarà in vendita nella seconda metà del 2022.

Benelli è pronta all’arrampicata sociale. Dopo aver conquistato uno stuolo di clienti con la TRK 502 X,  la Casa di Pesaro punta senza mezzi termini a farsi largo anche nella fascia superiore del mercato. Sotto i riflettori di EICMA 2021 presenta dunque la nuova Benelli TRK 800, sorella maggiore della best-seller del mercato italiano, dalla quale riprende alcuni tratti salienti della linea. Per vederla su strada occorrerà aspettare la seconda metà del 2022, ma nell’attesa andiamo a scoprire i suoi segreti. La Benelli TRK 800 sfoggia un design grintoso e moderno, che reinterpreta in modo sportivo e dinamico il classico tema del frontale a becco. Il principale elemento distintivo è la coppia di fari che usa la tecnologia LED anche per le luci diurne e che si staglia in modo netto dall’insieme. Più in basso si notano le forme scolpite del parafango e dei convogliatori laterali, mentre sul fronte opposto il codino spara deciso verso l’alto, pronto ad accoglie eventuali borse e top case.

Benelli TRK 800

Viaggiatrice nata

Numerosi indizi svelano come la Benelli TRK 800 nasca per soddisfare anche i viaggiatori avventurosi, a partire dalla misura scelta per le ruote. Quella anteriore è da 19 pollici con pneumatico 110/80 e quella posteriore è invece da 17, gommata 150/70. Il serbatoio ha una capacità di ben 21 litri e la sua forma è studiata per proteggere bene il pilota, assieme al parabrezza regolabile, ai paramani e ai deflettori. Ai globe-trotter farà piacere scoprire che anche il cavalletto centrale è di serie, così come un display TFT a colori da 7’’ ad alta risoluzione.

La molleggiata

Dal punto di vista tecnico, la ciclistica della Benelli TRK 800 conta su un telaio a traliccio integrato da piastre in acciaio ad alta resistenza e su un reparto sospensioni di prim’ordine. La forcella a steli rovesciati da 50 mm Marzocchi è regolabile in estensione, compressione e precario molla e ha un’escursione di 170 mm. La ruota posteriore ha un’escursione quasi uguale, 171 mm, grazie al lavoro svolto dal forcellone in alluminio e dal mono ammortizzatore, regolabile nel precario e nell’idraulica in estensione.

Benelli TRK 800 ruota anteriore

Benelli TRK 800 motore

A livello di motore la Benelli TRK 800 punta su uno schema classico, ovvero su un bicilindrico frontemarcia. L’unità bialbero è la stessa progettata anche per la Leoncino 800 e ha una potenza di 76,2 CV (56 kW) a 8500 giri, mentre il picco di coppia è di 67 Nm (6,8 kgm) a 6500 giri. La trasmissione è affidata a una frizione antisaltellamento e a un cambio a sei marce. Per fermarsi la TRK 800 conta infine su un doppio disco anteriore semiflottante da 320 mm e su un disco posteriore da 260 mm.