Ducati Diavel Titanium

Ducati presenta una serie limitata del “diavolo” di Borgo Panigale, caratterizzata dall’ampio utilizzo di titanio e carbonio. Invariata la sostanza, con il Testastretta 11° DS da 162 cv e il pneumatico Pirelli posteriore da 240 mm

Titanio, carbonio, artigianalità, finiture di pregio, attenzione al dettaglio e produzione in soli 500 esemplari numerati: questi sono gli elementi che caratterizzano l’ultima nata della famiglia Diavel, la Diavel Titanium.La base di partenza è “il diavolo” di Borgo Panigale, modello innovativo e coraggioso (con il pneumatico posteriore da 240 mm!) lanciato nel 2011 e giudicato una delle moto con il marchio Ducati più belle da guidare, oltre che da guardare.Il Diavel con la versione 2015 ha visto l’introduzione del motore Testastretta 11° DS – la “doppia accensione” con due candele per ogni cilindro rende più efficiente la combustione -, accreditato di 162 cv di potenza massima. Si tratta di un motore che ha esordito sulla Multistrada ed è stato poi introdotto sulla Monster.Il Diavel Titanium è arricchito da componentistica pregiata per tipologia dei materiali e cura nella lavorazione. Il titanio è stato utilizzato per le ampie cover serbatoio (centrali e laterali), quella del gruppo ottico anteriore e della porzione di sella del passeggero, ridisegnata ed allargata per questa versione, in cui il titanio viene combinato col carbonio. La fibra di carbonio è stata impiegata per le prese d’aria, ridisegnate e più larghe, come per le cover dei radiatori, lo sfuggente cupolino, il parafango anteriore e posteriore, il copripignone e la cover del tappo serbatoio. I collettori di scarico del Diavel Titanium si contraddistinguono per il rivestimento costituito da un riporto ceramico nero opaco; i terminali sono in acciaio inossidabile spazzolato e lucidato. Neri, invece, gli specchietti retrovisori in alluminio lavorati dal pieno.L’esclusività della versione è ulteriormente sottolineata dalla sella cucita a mano e rivestia in Alcantara, contraddistinta da inserti laterali in pelle e da una targhetta dedicata, oltre che dalla verniciatura del telaio cromo scuro.A corollario di tanta esclusività non poteva mancare la targhetta sul dorso del serbatoio con inciso un numero progressivo da 1 a 500, tanti quanti saranno gli esemplari di Diavel Titanium prodotti.