La Triumph di Jurassic World a un Gentleman del fundraising

Una delle Scrambler usate per girare il nuovo colossal hollywoodiano è stata venduta all'asta e il ricavato destinato alla ricerca contro il cancro alla prostata

6 agosto 2015 - 9:08

Il legame fra Triumph e Hollywood ha origini in bianco e nero, sebbene il momento di maggiore notorietà lo abbia senza dubbio ottenuto in Technicolor, grazie all’inseguimento in “Mission Impossible” fra la Speed Triple del buono, Tom Cruise, e la Daytona  del cattivo. Brando, Fonzie, Dylan, McQueen, Elvis, Eastwood, Dean, Beatty, Gere, Clooney: sono solo le più famose stelle che hanno guidato una delle motociclette inglesi, per esigenze di scena o per scelta e piacere personale.

La tradizione si è consolidata quest’anno grazie a Chris Pratt alias Owen Grady, che nel filmone dell’estate, Jurassic World, sfugge a Velociraptor e T-rex in sella a una Scrambler verde opaco. Sono state soltanto tre le motociclette allestite da Triumph per girare il più recente episodio della saga di Jurassic Park, che è già diventato il terzo film per incassi della storia, dopo Avatar e Titanic. Al termine delle riprese una è tornata a Hinckley, un’altra ce l’ha in garage Pratt e la terza è stata battuta all’asta per raccogliere fondi a favore della ricerca contro il cancro alla prostata. Fautrice dell’iniziativa l’associazione australiana The Distinguished Gentleman’s Ride, partner di Triumph in numerose azioni di raccolta fondi e della quale fanno parte oltre 24.875 biker ditutto il mondo, che si contraddistinguono, oltre che per la generosità, anche per la filosofia con cui vivono il loro essere motociclisti.

La cifra raccolta durante l’asta, che è durata 10 giorni e si è conclusa dopo 90 offerte, è stata pari a 43.753 dollari.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

giacomo-agostini-museo

Giacomo Agostini, la leggenda del motociclismo ha il suo museo 

Triumph Tiger 900
la media che sfida le maxi

BMW Big Boxer
Il motore del futuro che guarda al passato