Moto Guzzi V9, è tutta nuova

La custom di Mandello si prepara ad affrontare una nuova stagione carica di migliorie. La mano dei tecnici è passata ovunque: motore, telaio, elettronica e sovrastrutture: tante modifiche mirate ad aumentare il piacere di guida.

Nella lunga storia di Moto Guzzi, le motociclette custom sono sempre state fra i modelli più conosciuti, amati e diffusi. Un successo legato a tre caratteristiche che hanno accompagnato tutte le generazioni di custom bike: il design fortemente personale, nel quale la particolare configurazione del motore gioca un ruolo stilistico determinante, insieme al serbatoio e agli scarichi bassi; il motore bicilindrico trasversale a V di 90°, e il piacere di guida in ogni condizione, frutto delle qualità ciclistiche proprie di tutte le motociclette nate a Mandello.

PRONTE A SCENDERE IN STRADA

Questa tradizione e una profonda cultura motociclistica hanno ispirato le due versioni di Moto Guzzi V9
che, per affrontare da protagoniste il 2021, sono state profondamente rinnovate.

V9 Roamer è la custom universale facile e intuitiva, magnifica da esibire e appagante da guidare, ricca di dettagli unici e finiture da fuoriclasse. L’animo più scuro e notturno si chiama invece V9 Bobber, caratterizzata dai grossi pneumatici e dal look essenziale.

Entrambe le motociclette si evolvono profondamente per accrescere il comfort e il piacere di guida. La
modifica più evidente è l’adozione del nuovo motore di 850 cc da 65 cv e 73 Nm derivato dalla unità che equipaggia la classic enduro V85 TT, in grado di garantire prestazioni brillanti, coadiuvate da un telaio evoluto e irrobustito nella zona del cannotto di sterzo per aumentare la stabilità e la precisione di guida.

VESTITO NUOVO

Sono nuove anche le pedane, montate su tamponi in gomma che riducono le vibrazioni a vantaggio del comfort di marcia. È di serie, oltre ovviamente all’ABS, il controllo di trazione MGCT regolabile e disinseribile. V9 Bobber sfoggia una nuova sella dal look essenziale, in linea con la filosofia della moto, che ben si abbina ai fianchetti laterali in alluminio e al parafango anteriore corto.

V9 Bobber sfoggia anche una nuova strumentazione digitale e un impianto di illuminazione full LED, caratterizzato dall’inedito proiettore anteriore dotato di luci diurne DRL, che delineano la sagoma dell’Aquila di Mandello.

Come tradizione Guzzi e come già per la versione precedente, è disponibile un ricco catalogo di accessori originali dedicati, progettati per esaltare le caratteristiche peculiari di entrambi i modelli. Fra questi, anche l’app Moto Guzzi MIA, il sistema multimediale capace di connettere la moto allo smartphone e conseguentemente alla rete. Con questa applicazione, lo smartphone si trasforma in un sofisticato computer di bordo multifunzione, anello di connessione tra veicolo e Internet.

UNA PER TUTTI

Sia V9 Roamer sia V9 Bobber sono disponibili in versione depotenziata, in linea con le limitazioni della patente A2. Così anche i giovani Guzzisti possono entrare in famiglia dalla porta principale.
Moto Guzzi V9 Roamer è disponibile nell’unica variante cromatica Grigio Lunare, che utilizza tinte lucide per i parafanghi, il serbatoio e i fianchetti, per esaltare l’eleganza di questo modello.
Moto Guzzi V9 Bobber è invece proposta con finitura totalmente opaca – in colore Nero Essenziale -, per enfatizzare la sua anima dark, grazie anche all’assenza delle fresature delle alette dei cilindri (presenti invece su V9 Roamer), che appaiono totalmente neri.