Brutale 800 è per MV Agusta una moto importantissima, la più venduta nella gamma. Risultato ottenuto grazie anche al tre cilindri in linea 800 con albero motore controrotante che ha caratteristiche uniche sul mercato. Normale quindi che MV Agusta abbia deciso di mettere mano alla moto che forse meglio la rappresenta. E gli interventi sono stati piuttosto pesanti, visto che la 800 di Varese è cambiata completamente.

Il motore è stato aggiornato, ora è omologato Euro 4 grazie anche al volume aumentato dello scarico (+3 litri) caratterizzato dalla classica uscita a canne d’organo sul lato destro ora ancora più vistosa. Gli interventi hanno modificato anche il carattere del motore capace di 116 cv a 11.500 giri con una coppia aumentata del 25%, ora 83 Nm a 7.600 giri. Interessante il fatto che il 90% della coppia sia già disponibile a 3.800 giri. Chi conosce il tre cilindri MV, sa che questa è una cosa del tutto inusuale. Altre novità riguardano l’arrivo della frizione a comando idraulico e il quickshifter EAS2 che funziona sia in salita sia in scalata.

per rendere la moto più efficace su strada cambiano anche le quote ciclistiche che diventano un po’ meno estreme. L’interasse aumenta di 20 mm (ora 1.400 mm) così come aumenta l’avancorsa (103,5 mm, prima 95), l’ABS 9Plus di Bosch è di serie e lavora associate a un impianto frenante tutto griffato Brembo che prevede pinze radiali e dischi anteriori da 320. Lasciamo per ultima l’estetica, completamente rifatta e ancora più “spinta” con gli ingombri molto spostati verso l’anteriore della moto e una coda ancora più esile realizzata con la stessa tecnica che ha portato alla realizzazione della coda in alluminio pressofusi di Turismo Veloce.